QR code per la pagina originale

Assistente Google arriva sui tablet Android

Google annuncia il debutto del suo assistente virtuale sui tablet dotati di sistema operativo Android e sugli smartphone con piattaforma Lollipop.

,

Il gruppo di Mountain View ha tutte le intenzioni di vincere la battaglia dell’IA, puntando sulla propria posizione di leadership nell’ecosistema mobile e spingendo sempre più la diffusione dell’Assistente Google. Oggi l’annuncio tramite le pagine del blog ufficiale: la tecnologia sta per arrivare sui tablet Android e sugli smartphone dotati della versione 5.0 Lollipop del sistema operativo.

Dai telefoni, agli altoparlanti smart, fino agli orologi e altro ancora, l’Assistente Google è già disponibile su un gran numero di dispositivi e in diverse lingue. Ora sta per arrivare sui tablet con Android 7.0 Nougat o Android 6.0 Marshmallow e sugli smartphone con Android 5.0 Lollipop.

Tutte le funzionalità già ben note per l’Assistente Google e disponibili da un mese circa anche in Italia fanno dunque il loro esordio sui tablet, a patto che vi siano installate le versioni 6.0 Marshmallow o 7.0 Nougat della piattaforma. È ovviamente garantito il pieno supporto all’interazione tramite comandi vocali per eseguire operazioni come l’impostazione di un promemoria, la creazione di un elenco con le cose da fare o con la lista della spesa, il controllo dei contenuti multimediali riprodotti o degli impianti smart presenti nello spazio domestico, la richiesta di previsioni meteo e così via. Il rollout prenderà il via la prossima settimana e interesserà in un primo momento solo gli Stati Uniti e i device con la lingua inglese attivata.

Nell’occasione Google annuncia inoltre l’esordio immediato del proprio assistente virtuale anche sugli smartphone con Android 5.0 Lollipop (fino ad ora era ufficialmente supportato solo da Marshmallow e Nougat). Il rollout ha già preso il via e riguarda i device con lingua inglese negli USA, in India, Australia, Canada e Singapore, quelli con lingua spagnola negli USA, in Messico e in Spagna, oltre a tutti quelli presenti in Italia, Giappone, Germania, Brasile e Corea.

Fonte: Google