QR code per la pagina originale

YouTube è ora disponibile su Nintendo Switch

L'app della più nota piattaforma di video, YouTube, è ora disponibile sulla console ammiraglia di Nintendo: Switch.

,

A inizio settimana, abbiamo segnalato che YouTube avrebbe potuto presto fare il suo esordio su Switch. Detto, fatto: l’applicazione della più celebre piattaforma di video al Mondo è ora disponibile al download sulla console ibrida di Nintendo.

Nel comunicato ufficiale della società nipponica si può dunque leggere:

A partire da adesso, è possibile scaricare YouTube dal Nintendo eShop di Nintendo Switch. I possessori della console possono ora intrattenersi con musica, spettacoli, livestream di giochi, guide e molto altro. L’app fornisce consigli personalizzati e facile accesso a tutte le proprie iscrizioni ai canali.

Circa un anno fa, Nintendo ha aggiunto Hulu (negli USA) allo Switch. Adesso la console ha accolto YouTube, una grande aggiunta alla sua schiera di applicazioni, molto povera rispetto alle concorrenti di Sony e Microsoft. A questo punto, speriamo che l’azienda di Kyoto aggiunga anche Netflix nel prossimo futuro, il servizio di streaming da qualche anno a questa parte molto utilizzato anche in Italia.

Nintendo non è stata esattamente chiara sui suoi piani per le app multimediali, ma senz’altro ha dato priorità ai giochi sulla sua ultima console. Il tempo dirà se ne arriveranno altre di applicazioni. Mentre aspettiamo, è possibile andare nel negozio digitale e aggiungere YouTube al proprio Switch. L’app di YouTube pesa 93,32 mb ed è completamente localizzata in italiano (ma c’è anche il supporto alla lingua Giapponese, Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo, Coreano, Olandese, Portoghese, Russo e Cinese); può essere utilizzata sia in modalità Docked che Portatile ed è compatibile con il Pro Controller.

I possessori di Nintendo Switch hanno adesso (finalmente) una nuova possibilità per navigare comodamente sulla piattaforma di video proprietà di Google, direttamente dalla propria TV.

Fonte: Game Informer • Immagine: Pixabay