QR code per la pagina originale

CES 2019: Harman per una mobilità più smart

Al CES 2019 di Las Vegas, Harman International ha annunciato una serie di novità per il settore automotive per rendere la mobilità più smart.

,

Al CES 2019 di Las Vegas, Harman International ha presentato una serie di novità in ambito automotive. In particolare ha annunciato una nuova serie di tecnologie di rilevamento avanzate, pensate per aiutare le case automobilistiche a dotare i veicoli di avanzati sistemi di assistenza alla guida (ADAS) che consentono di migliorare la sicurezza della guida. Dal sistema Augmented Surround View al sistema di monitoraggio del conducente e alle unità di controllo che gestiscono i dati, HARMAN sta collaborando con i principali fornitori di tecnologia per creare una suite di soluzioni di rilevamento completa per aiutare le case automobilistiche a introdurre una nuova era di sicurezza connessa.

HARMAN sta aiutando le case automobilistiche a mettere a punto le auto connesse e semi-autonome di oggi e di domani, creando al contempo elementi costitutivi per la mobilità autonoma del futuro. Fondamentale per questo è una suite di tecnologie e di sensori per fare in modo che le auto abbiano una visione a 360 gradi che consenta l’utilizzo di applicazioni e delle soluzioni ADAS. I nuovi sensori sviluppati da HARMAN offrono la possibilità di monitorare, registrare e analizzare l’ambiente del veicolo per creare un’esperienza di guida più sicura. La piattaforma HARMAN Augmented Reality viene utilizzata per visualizzare le informazioni relative agli ADAS in un modo nuovo, contribuendo a creare la necessaria fiducia in questa tecnologia.

Tra le tecnologie portate al CES 2019 si menziona “Camera Monitoring System“. Trattasi di una soluzione che sfrutta tre fotocamere posteriori e un radar. I sensori destro e sinistro, abbinati a una telecamera posteriore a lungo raggio (tipicamente posizionata proprio sopra la targa del veicolo) guardano dietro il veicolo per facilitare alcune soluzioni di sicurezza, tra cui il monitoraggio degli angoli ciechi, l’assistente di corsia e l’avviso di collisione posteriore.

HARMAN ha portato al CES anche “Forward Facing Camera“, una speciale camera che dovrebbe essere collocata vicino alla parte superiore del parabrezza di un veicolo in posizione centrale. Trattasi di un elemento chiave per il rilevamento ambientale e per funzionalità come la rilevazione delle corsie, degli oggetti e dei segnali stradali. La combinazione di questa tecnologia con i radar permette di rilevare anche i veicoli che precedono e mantenere una distanza di sicurezza nel traffico.

La creazione di auto a guida autonoma di livello 3 è il prossimo step della futura mobilità. Queste auto sapranno guidare da sole ma solo se saranno soddisfatte precise condizioni. In caso contrario l’intervento umano sarà sempre necessario. La sfida più grande con questi veicoli è la gestione del cambio di guida, cioè il delicato momento in cui l’auto trasferisce il controllo al conducente.

Al fine di garantire che ciò avvenga senza interruzioni, HARMAN ha sviluppato un sistema avanzato chiamato “Cabin Monitoring System” che utilizza sensori di monitoraggio per catturare alcuni importanti dati biometrici del conducente, come lo sguardo, la posizione della testa, il diametro della pupilla ed altro.

Il sistema può anche analizzare il contenuto uditivo e il ritmo cardiaco o respiratorio degli occupanti utilizzando algoritmi proprietari e brevettati per valutare l’attività emozionale e il carico cognitivo.

In vista dello sviluppo delle soluzioni dedicate alla guida autonoma, HARMAN ha collaborato con Innoviz Technologiesto per portare la tecnologia LiDAR a più case automobilistiche. Queste soluzioni permettono di aiutare le automobili autonome a “vedere” dove stanno andando e gli oggetti davanti a loro in molto più accurato. La tecnologia dei sensori di HARMAN consentirà inoltre a LiDAR di lavorare con le camere anteriori delle auto per consentire ulteriori casi di utilizzo in ambito sicurezza.

AL CES 2019 di Las Vegas, HARMAN ha annunciato anche “Premium Communication“, una tecnologia di comunicazione che consente comunicazioni chiare con tutti gli occupanti dei veicolo, con gli assistenti vocali digitali e con i destinatari delle chiamate esterne.

HARMAN ha anche svelato il nuovo Digital Cockpit che permette di disporre di un infotainment in cui la visualizzazione dei layout del display è semplificata per presentare sia le informazioni critiche che quelle ausiliarie in modo intuitivo e coeso. Il Digital Cockpit può anche integrarsi perfettamente con lo smartphone dell’utente per collegare più assistenti personali come Google Assistant e Alexa. Esistono diverse varianti più o meno sofisticate del Digital Cockpit di HARMAN a seconda dell’auto su cui sarà integrato e possono integrarsi e sfruttare tutti i sensori presenti sull’auto per offrire diverse tipologie di servizi.

Infine, HARMAN Ignite 3.0 è un ecosistema digitale per le autovetture dedicato agli OEM. Gli occupanti potranno usufruire di numerose funzionalità intelligenti come un marketplace incentrato sui veicoli, un assistente virtuale e una navigazione ottimizzata con i punti di interesse (POI).

Inoltre, l’ecosistema digitale di HARMAN Ignite 3.0 offre agli OEM automobilistici un modo trasparente, sicuro ed economico per introdurre e aggiornare regolarmente alcune funzionalità dell’auto per i loro clienti. HARMAN Ignite 3.0 è anche integrato con Samsung SmartThings. Ciò consente di controllare, in modo intelligente e sicuro, i dispositivi intelligenti connessi, come il sistema di sicurezza domestica, il campanello ed il termostato del garage.