QR code per la pagina originale

Samsung Galaxy S10, ricarica wireless inversa

Una foto ufficiale mostra la ricarica degli auricolari Galaxy Buds da parte di un Galaxy S10+, sfruttando la tecnologia PowerShare sviluppata da Samsung.

,

L’indiscrezione circolava da tempo, ma ora un’immagine ufficiale conferma che il Galaxy S10 supporterà la ricarica wireless inversa. La foto, pubblicata dal noto leaker Roland Quandt, mostra la ricarica degli auricolari Galaxy Buds attraverso lo smartphone di Samsung. Un’altra fonte conferma invece la presenza del lettore di impronte digitali in-display.

La ricarica wireless non è molto popolare in quanto più lenta della ricarica tradizionale. La tecnologia è tuttavia presente in alcuni top di gamma, tra cui il recente Huawei Mate 20 Pro. La soluzione implementata da Samsung è denominata PowerShare e sarà disponibile sui Galaxy S10 e S10+. Quest’ultimo è il modello nell’immagine all’inizio dell’articolo. Sulla cover posteriore è appoggiata la custodia dei Galaxy Buds (prezzo 150 euro). I due LED accesi indicano chiaramente che gli auricolari sono ricaricati dallo smartphone.

In base alle ultime indiscrezioni, le capacità delle batterie dovrebbero essere 3.500 mAh (Galaxy S10) e 4.000 mAh (Galaxy S10+). Oltre alla ricarica wireless verrà ovviamente supportata la ricarica tramite porta USB Type-C. Nel secondo caso si prevedono tempi inferiori, ma gli utenti non dovranno dimenticare il cavo e l’alimentatore. La ricarica wireless inversa può essere sfruttata in caso di emergenza, chiedendo “soccorso” ad un amico con un Galaxy S10.

Nella seguente immagine è visibile un Galaxy S10+ (ci sono due fotocamere frontali). Nella parte inferiore dello schermo si può notare il simbolo che indica la posizione del lettore di impronte digitali. Il sensore, prodotto da Qualcomm, dovrebbe essere del tipo ad ultrasuoni. Anche il Galaxy S10 avrà la stessa tecnologia di autenticazione, mentre il Galaxy S10e avrà un lettore tradizionale sul lato destro.

La nuova serie verrà annunciata il 20 febbraio. I preordini dovrebbero iniziare il giorno dopo, mentre per le consegne si dovrà attendere fino all’8 marzo. Le date potrebbero però variare in base al paese.