QR code per la pagina originale

iPhone: nel 2020 tornano Touch ID e iPhone SE

Secondo alcuni analisti, Apple potrebbe lanciare nel 2020 degli smartphone high-end con Touch ID, contestualmente resuscitando iPhone SE.

,

In attesa di conoscere i nuovi iPhone XI, gli smartphone che Apple potrebbe presentare al pubblico il prossimo settembre, c’è chi già scommette sulla successiva generazione di dispositivi. A parlarne è Blayne Curtis, analista di Barclays, in una recente nota consegnata agli investitori: nel 2020 potrebbe tornare Touch ID, così come anche una versione completamente rinnovata di iPhone SE.

Gli analisti cominciano la loro nota, consegnata alla redazione di MacRumors, con alcune previsioni sull’edizione 2019 degli iPhone. Tutti i modelli – quindi iPhone XI e iPhone XE – saranno privati di 3D Touch, un sistema non compatibile con i loro pannelli. Ancora, vengono confermate le tre fotocamere posteriori per i modelli più costosi della linea, mentre il successore di iPhone XR dovrebbe incorporare una doppia ottica.

Ben più interessanti, tuttavia, sembrano essere le previsioni per l’edizione 2020 dei device a marchio mela morsicata. Secondo quanto riportato dagli esperti di Barclays, per i modelli hi-end il gruppo di Cupertino starebbe pensando a una soluzione al 100% edge-to-edge, quindi priva di top notch superiore. Per raggiungere questo scopo, il gruppo californiano potrebbe decidere di resuscitare il sensore d’impronte Touch ID, incorporandolo sotto lo schermo. Allo stesso modo, potrebbe arrivare un’evoluzione di Face ID, con sensori sempre integrati nel display per non sottrarre spazio prezioso al pannello frontale. Questi smartphone, inoltre, saranno finalmente abilitati ai network 5G.

Non è però tutto: secondo alcune fonti vicine ai produttori partner di Cupertino, Apple starebbe pensando anche a una seconda generazione di iPhone SE, da lanciare sempre nel 2020. Stando a quanto riferito, il dispositivo potrebbe riprendere l’estetica di iPhone 8, forse con un pannello più generoso e dotato di notch: recuperando componenti sia del già citato dispositivo che di iPhone XR, Apple potrebbe ridurre sensibilmente i costi di produzione e proporre listini adatti alla fascia media del mercato. Naturalmente, dalle parti di Apple Park non è giunta alcuna conferma sulle indiscrezioni emerse oggi.

Fonte: MacRumors • Immagine: Unsplash