QR code per la pagina originale

Apple ha deciso di eliminare iTunes?

Apple potrebbe eliminare iTunes con il lancio del successore di macOS Mojave: la società, infatti, vuole impiegare delle applicazioni standalone.

,

Apple potrebbe aver deciso di eliminare iTunes, il suo popolare software per l’ascolto di musica e per la sincronizzazione dei dispositivi iOS. È quanto annuncia Mark Gurman, giornalista sempre molto affidabile sul conto della mela morsicata, in un aggiornamento su Bloomberg. A quanto pare, Apple sarebbe intenzionata a spingere la nuova applicazione Music, pronta di fatto a sostituire il vecchio software.

Le prime avvisaglie sono giunte nella giornata di ieri, quando sono apparsi online alcuni screenshot di macOS 10.15, il successore di macOS Mojave che vedrà la luce la prossima settimana. Dalle schermate, è apparsa un’applicazione Apple Music integrata nella colonna laterale del Finder, per permetterne l’accesso facilitato agli utenti. Secondo quanto sostenuto da Gurman, Music diventerà il centro nevralgico delle necessità musicali del sistema operativo, sostituendo di fatto il precedente iTunes.

Introdotto per la prima volta nel 2001, in concomitanza con il lancio di iPod da parte di Steve Jobs, il software si è ingrandito nel corso degli anni, incorporando non solo il player musicale ma anche i servizi di sincronizzazione per i device iOS, i film e ovviamente lo store. Così ha spiegato Gurman:

iTunes ha rappresentato per due decenni il modo con cui gli utenti Apple ascoltano la musica, guardano i film e gli show televisivi, ascoltano i podcast e aggiornano i loro dispositivi. Quest’anno Apple è finalmente pronta a entrare in una nuova era. La società sta per lanciare un tris di nuove app per il Mac – Music, TV e Podcast – per sostituire iTunes. Si seguirà la strategia delle media app su iPhone e iPad. Senza iTunes, gli utenti potranno continuare a gestire i loro dispositivi Apple tramite l’applicazione Music.

La scelta di suddividere le funzioni di iTunes in più applicazioni standalone nasce non solo per snellire il software, ma anche per permettere agli utenti di scegliere unicamente le funzioni che sono loro immediatamente necessarie, ignorando invece quelle di mancato interesse. La nuova versione di macOS, così come anticipato, verrà probabilmente presentata in beta la prossima settimana, nel corso del tradizionale evento con la WWDC.

Fonte: Bloomberg • Via: MacRumors • Immagine: Wikipedia