QR code per la pagina originale

Apple contraria al caricatore universale

Apple si oppone alla proposta europea di introdurre un caricatore unico per dispositivi elettronici, probabilmente basato su USB-C.

,

Apple si dichiara contraria all’introduzione di un caricatore universale per dispositivi elettronici, così come da recenti piani della Commissione Europea. In una nota al Financial Times, il gruppo di Cupertino ha specificato che l’obbligo a un connettore universale potrebbe “danneggiare l’innovazione e i consumatori in Europa”. La questione verte ovviamente attorno alla proposta di rendere USB-C lo standard di fatto per smartphone e tablet, affinché i consumatori possano riutilizzare alimentatori già in loro possesso e ridurre la produzione di rifiuti inquinanti, mentre Apple vorrebbe proseguire con la proprietaria porta Lightning.

Della questione si discute ormai da anni, con diverse proposte apparse nel tempo a livello europeo. Lo scorso 13 gennaio la Commissione Europea ha rinnovato il proprio piano per giungere a uno standard di fatto, affinché i produttori impieghino lo stesso tipo di connessione su tutti i device elettronici, allo scopo di ridurre i rifiuti elettronici e semplificare l’esistenza dei consumatori all’interno del Vecchio Continente.

Apple non è però d’accordo con questa proposta, poiché l’imposizione di un connettore unico potrebbe limitare gli slanci di innovazione dei singoli produttori, peraltro generando grandi quantità di rifiuti elettronici dal passaggio da un sistema all’altro:

Riteniamo che le normative che forzano la conformità dei connettori costruiti negli smartphone soffochino l’innovazione anziché incoraggiarla. Inoltre, danneggiano i consumatori in Europa e l’economia nel suo complesso. Speriamo che la Commissione continua a cercare una soluzione che non restringa l’abilità dell’industria di innovare e presentare nuove ed eccitanti tecnologie ai consumatori.

Al momento non è chiaro perché Apple voglia continuare a proteggere la porta proprietaria Lightning, considerato come per la linea degli iPad Pro abbia già fatto il salto a USB-C, proponendo nuove e utili funzioni agli utenti – come l’uso di storage esterno o di periferiche – e raccogliendo il plauso dagli stessi consumatori. Clienti che, ormai da anni, chiedono esplicitamente che anche iPhone venga promosso a USB-C.