Share Now, Enjoy e Sharengo: il car sharing nella fase 2

La fase 2 è iniziata e il car sharing si adegua alla mobilità in convivenza col coronavirus. Le novità introdotte da Share Now, Enjoy e Sharengo.

Parliamo di

La fase 2 in Italia è iniziata i servizi di car sharing disponibili sul territorio italiano hanno già iniziato ad adeguarsi alla nuova mobilità in città. L’accesso ai mezzi pubblici sarà contingentato per un lungo periodo e chi non è in possesso di un mezzo privato ed ha comunque necessità di muoversi può farlo approfittato dei servizi di car sharing disponibili a Milano, Roma, Torino, Firenze, Modena e Bologna.

Vediamo insieme come i principali servizi di car sharing si sono adeguati – o lo stanno per fare – a questa fase 2.

Enjoy

Enjoy

Enjoy, il servizio di car sharing di Eni attivo a Milano, Roma, Torino, Firenze e Bologna non ha apportato alcuna modifica alle tariffe e alle opzioni di noleggio, ma ha diffuso delle raccomandazioni chiare in linea con le disposizioni previste dal DPCM del 26 aprile 2020:

  • indossare i dispositivi di protezione individuale sia da parte del conducente che dell’eventuale passeggero;
  • non trasportare più di un passeggero per veicolo;
  • evitare che il passeggero sieda accanto al conducente;
  • mantenere il massimo distanziamento possibile tra conducente ed eventuale passeggero;
  • limitare gli spostamenti ai soli casi previsti dal decreto.

Share Now

ShareNow

Share Now, disponibile a Milano, Roma e Torino, ha lanciato un’offerta per tutti i lavoratori in prima linea contro il COVID-19 offrendo loro un rimborso su tutti i noleggi e una mobilità estesa fino a 30 giorni a prezzo di costo. Per aderire alla promozione è necessario contattare Share Now ed inviare il proprio certificato di impiego, come ben spiegato a questo indirizzo.

A questa offerta riservata agli operatori sanitari, Share Now ha affiancato la possibilità di effettuare noleggi a lungo termine, così da avere la certezza di avere a disposizione un’automobile per un periodo più lungo, fino a 30 giorni al prezzo di 339 euro al mese, la stessa tariffa applicata per i noleggi di 14 giorni.

Valgono, poi, le stesse regole di utilizzo disposte da Enjoy: protezione individuale, solo un passeggero oltre al guidatore e distanziamento sociale per quanto possibile tra guidatore e passeggero.

Sharengo

Sharengo, il servizio di car sharing elettrico attivo a Milano, Modena, Firenze e Roma, ha affiancato alle tariffe tradizionali la possibilità di avere a disposizione un’automobile elettrica per un periodo che va da un mese ad un anno consecutivo:

  • 1 mese: 450 euro al mese
  • 3 mesi: 380 euro al mese
  • 6 mesi: 320 euro al mese
  • 12 mesi: 250 euro al mese

Il canone mensile, specifica Sharengo, include le spese di assicurazione e la manutenzione ordinaria. La ricarica del mezzo, da effettuare col cavo in dotazione, può essere eseguita utilizzando il proprio impianto privato o con la Card o l’App dei gestori locali di colonnine pubbliche che si trovano nelle città in cui il servizio è disponibile.

Ti potrebbe interessare
Anche l’ignoranza è 2.0
Web e Social

Anche l’ignoranza è 2.0

Finiscono le vacanze e i tempi tranquilli, tra chi le ha dimenticate da un pezzo e chi se le lascia alle spalle da poco: c’è chi torna in città e chi riprende a lavorare.Quest’estate, sotto l’ombrellone, come penso voi tutti, mi sono dedicato alle solite letture poco impegnate, quelle da riviste classiche (settimanali o mensili).Ho

Tre miliardi di video per YouTube
Web e Social

Tre miliardi di video per YouTube

Un video su tre visualizzato nella Rete è ospitato su YouTube. I dati relativi a gennaio confermano le buone prestazioni del più grande portale di video sharing al mondo. Negli Stati Uniti il sito di Google può contare su 80 milioni di utenti