TikTok, aperto Centro europeo di Trasparenza e Responsabilità

TikTok apre il suo primo Centro di Trasparenza e Responsabilità in Europa: obiettivo più tutela e trasparenza su dati e privacy degli utenti.

Parliamo di

TikTok ha annunciato l’apertura di un Centro di Trasparenza e Responsabilità in Europa con sede in Irlanda. L’azienda prevede che la struttura possa essere completamente operativa entro il 2022, inizialmente solo in modalità virtuale a causa delle restrizioni per il Covid-19. Spiega Alexandra Evans, Head of Child Safety, Europe – TikTok:

La sicurezza delle persone che fanno parte della community di TikTok è la nostra priorità assoluta, in particolare quando si tratta dei nostri utenti più giovani.

“In linea con il nostro costante impegno per la sicurezza della community di TikTok, abbiamo apportato cambiamenti importanti, incluse misure pionieristiche nell’ambiente, volte alla protezione dei membri più giovani della nostra comunità”. In tal senso, una volta operativo, il Centro potrà essere visitato dagli esperti del settore, che avranno così l’opportunità di verificare di persona il modo in cui vengono gestite la sicurezza, la protezione dei dati e la privacy della community dalla società proprietaria.

TikTok, un fenomeno in ascesa

TikTok, lo ricordiamo, è un social fortemente in crescita in Europa (sono oltre 100 milioni gli utenti europei attivi ogni mese), e in Italia dove, nonostante i problemi con il Garante per la Privacy, le polemiche e le accuse di sfruttare i suoi utenti, ha fatto registrare un incremento del 333%. Una crescita impressionante, seconda solo a quella di Twitch, cresciuto del 75% con una media mensile di 4 milioni di spettatori.

“Vogliamo mantenere la nostra community al sicuro in modo da poter continuare a fornire l’esperienza divertente che le persone cercano sulla nostra piattaforma”, ha sottolineato Alexandra Evans: “Sappiamo che quando si tratta di proteggere gli utenti, in particolare quelli più giovani, non esiste un traguardo finale e il nostro impegno in questo ambito non si fermerà qui. Continueremo a migliorare le nostre policy, le nostre tecnologie, i nostri team, e a collaborare con le autorità di regolamentazione e altri esperti per supportare l’obiettivo comune di promuovere un’esperienza online più sicura per tutti”.

Ti potrebbe interessare