QR code per la pagina originale

BBC ora anche su Babelgum

Alla tv fondata da Scaglia saranno aggiunti tre nuovi canali che trasmetteranno segmenti accorciati per l'occasione tratte da documentari e show di carattere natural scientifico prodotti originariamente dalla BBC. La distanza da Joost è sempre più corta

,

Babelugm, l’avventura nella televisione online voluta da Scaglia, ha stretto un accordo di fornitura contenuti con BBC Worlwide, la divisione commerciale della televisione di servizio pubblico britannica. Ora dunque gli utenti di Babelgum avranno accesso ad una parte di materiale BBC.

Partito più in sordina rispetto al rivale Joost, a causa anche di un budget non elevatissimo, Babelgum sembra emergere nel lungo periodo anche se in un settore, quello dei software per la ricezione di video in streaming attraverso protocollo peer to peer, non eccessivamente fortunato. E la scarsa fortuna della tecnologia in questione sembra imputabile proprio a contenuti molto poco attraenti.

Inizialmente la BBC fornirà alla tv in p2p contenuti brevi che spazieranno da alcuni documentari girati da sir Richard Attenborough (già regista di Gandhi e attore in Jurassic Park) fino agli show Tribe e Top Gear. A finanziare l’iniziativa sarà la pubblicità inserita nei suoi tre canali: BBC LoveEarth, BBC Knowledge e BBC Entertainment.

L’interesse dell’emittente pubblica britannica nell’affare sembra essere l’ampliamento della distribuzione dei propri contenuti a tutti gli utenti del pianeta, tanto che ha chiesto ed ottenuto di avere dei canali dedicati all’interno di Babelgum. La tv via peer to peer infatti si può vedere scaricando il software apposito e presenta un flusso simil televisivo diviso in canali, ognuno dei quali trasmette ininterrottamente a tutto schermo e senza interruzioni per caricare o fare buffering.

«La BBC possiede e produce alcuni dei contenuti migliori e più amati del mondo. Siamo lieti di poterne offrire una versione più breve e adatta alla rete dalla nostra piattaforma. Questo conferma la nostra posizione di player principale nel mondo della tv in rete e punto di riferimento per il pubblico del settore Scienze e Natura» ha commentato in un comunicato stampa il CEO di Babelgum Valerio Zingarelli.

A quest’ultimo ha fatto eco Jemma Adkins, capo del settore sviluppo contenuti presso la divisione Digital Media della BBC: «Il fatto che Babelgum si sia concentrato sulla storia e l’ambiente è un grosso beneficio per noi. Abbiamo una fortuna in contenuti di questo tipo e siamo eccitati all’idea di distribuirli attraverso Babelgum, in modo da poter raggiungere anche categorie di persone che non li vedono sui canali tradizionali».