QR code per la pagina originale

Ubiquity per Firefox, l’estensione definitiva

,

Delle molte e utili extension (o componenti aggiuntive) per Firefox ce n’è una uscita a fine Agosto che colpisce per portata innovativa. Si chiama Ubiquity e da sola fa il lavoro di moltissime altre extension e (potenzialmente) anche di più.

E’ un progetto open source che va avanti guardando indietro, recuperando cioè l’interazione a stringhe di comando tipica dell’informatica pre-interfaccia a finestre, ma ovviamente aggiornando il linguaggio in modo che sia il più semplice ed intuitivo possibile.

Una volta installato Ubiquity in ogni momento della navigazione premendo Ctrl+Spazio (ma il tasto di scelta rapida si può ovviamente cambiare) compare una finestra di dialogo in sovraimpressione che permette di scrivere comandi che interagiscano con i contenuti della pagina.

Evidenziata una parola o una frase se si accede ad ubiquity si possono digitare operazioni da fare su di essa. Se si digita define (o anche solo D) la prima scelta è il comando “define this” che porta immediatamente ad una definizione dell’espressione o della parola evidenziata. Se la stessa cosa è fatta con un indirizzo e si digita “map” compare la locazione da google map e se si digita Wikipedia (o solo W) compare la voce relativa. Ancora, se la stessa operazione è fatta con il comando “mail this to (nome di un contatto dalla rubrica)” compare subito la schermata d’invio mail del client di posta predefinito con il destinatario nel campo To, il titolo e il corpo della mail contenente ciò che si è evidenziato.


Gli esempi che ho proposto riguardano tutti le operazioni da farsi con il materiale evidenziato da una pagina ma chiaramente, come si vede dal video, Ubiquity non si ferma solo a questo tipo di interazione. Essendo open source poi prevede una totale personalizzazione delle operazioni e un continuo ampliarsi dei comandi.

Come detto sembra l’extension delle extension, cioè al momento fa tutte cose che già sono possibili in maniera magari anche più rapida, ma grazie a tante componenti aggiuntive diverse. Ubiquity invece riassume tutto e potenzialmente offre possibilità di sviluppo mostruose a partire da un’interfaccia e una modalità di dialogo con la macchina (quella a stringhe di comando) vecchia quanto il pc.

Commenta e partecipa alle discussioni