QR code per la pagina originale

Microsoft, così Windows arriverà sui tablet

Microsoft sembra pronta ad annunciare una versione di Windows studiata per tablet basati su processori ARM. L'intenzione è quella di stare al passo con Google ed Apple

,

Il dominio di Microsoft nel settore desktop non è mai stato in discussione. Il gruppo di Redmond vuole però ottenere una posizione di leadership anche nel comparto mobile, ormai dominato dalla concorrenza (Apple e Google in primis). Dopo aver lanciato Windows Phone 7, la società statunitense sembra ora pronta ad annunciare una nuova versione del sistema operativo Windows destinato principalmente ai tablet.

Attesa al CES 2011 di Las Vegas del prossimo mese di gennaio, la nuova edizione di Windows si distinguerà per una caratteristica in particolare: sarà infatti la prima versione del sistema operativo targato Microsoft ad essere studiato appositamente per i chip ARM, ormai largamente diffusi in tutto il settore dei dispositivi portatili. Il supporto ai processori Intel e AMD, che rappresentano la base più importante della diffusione di Windows nel mondo desktop, non verrà totalmente rimosso, ma verrà prestata maggiore attenzione ad ARM.

Tale versione di Windows (una derivazione diretta di Windows 8?) sarà dunque ottimizzata per essere eseguita su device alimentati a batteria. Se le voci, provenienti da fonti anonime prossime all’azienda di Redmond, dovessero rivelarsi vere eliminerebbero definitivamente la possibilità di vedere tablet basati su Windows Phone 7, che resterebbe così confinato esclusivamente al mondo della telefonia mobile e sarebbe affiancato da una controparte dedicata alle tavolette – ormai largamente diffuse. Nonostante però l’annuncio possa avvenire tra poche settimane, sembra che il sistema operativo non sarà pronto prima di qualche anno: possibile che nel frattempo Microsoft decida di utilizzare una soluzione temporanea in previsione di un futuro rilascio di questo porting di Windows.

Sempre in ottica tablet potrebbe rientrare l’introduzione del progetto Courier: inizialmente abbandonato, sembra ora essere tornato tra i piani degli ingegneri di Redmond, che proprio in questi giorni hanno pubblicato una demo dell’intero sistema in grado di fornire una migliore esperienza d’uso di dispositivi basati su display touchscreen tramite l’utilizzo di un’apposita penna. L’idea non è quella di produrre un vero e proprio device, ma di sfruttare la tecnologia del dito più il pennino per differenziare gli input, moltiplicare le opportunità e rendere pertanto i tablet più utili in una moltitudini di situazioni.

Le operazioni realizzabili sono numerose, grazie all’interazione con il dispositivo e le relative immagini mostrate sul display che riproducono fedelmente la realtà: bloccando con un dito un’immagine rettangolare, ad esempio, risulta possibile tracciare linee perfettamente dritte sfruttando tale immagine come righello. Non si conoscono ancora maggiori informazioni in merito a tale tecnologia, la quale però potrebbe fare il suo debutto soltanto con Windows 8.

Fonte: Bloomberg • Notizie su: