QR code per la pagina originale

Microsoft, scatta l’ora del tablet?

Microsoft invita la stampa per un "grande annuncio": si ipotizza l'esordio nel mondo tablet con una soluzione proprietaria e servizi per l'entertainment.

,

18 giugno, Los Angeles: Microsoft ha invitato alcuni media a partecipare ad un evento per un non meglio precisato “grande annuncio”. «Grande annuncio»: per Microsoft non è consuetudine usare certe parole e dare tanta enfasi ad un evento improvviso, il che sembra preludere effettivamente ad un qualcosa di estremamente importante ed ambizioso. Dal gruppo non trapelano altri dettagli, ma la ridda delle ipotesi ha ormai preso piede e la sensazione comune è che possa trattarsi di un evento dedicato al lancio di un tablet.

Sta per esordire un device destinato a portare al collo la responsabilità di ricoprire il difficile ruolo di iPad-killer? Fino a lunedì i rumor sono destinati a succedersi ed accavallarsi, a conferma o a smentita dei precedenti, in attesa di un qualche cenno di assenso proveniente da Redmond.

Ad oggi non è dato sapere altro se non l’ora (3.30 p.m.) ed il luogo (Los Angeles) prescelti. Scelte, peraltro, di per sé peculiari: l’ora è tarda rispetto agli appuntamenti soliti, mentre il luogo è vicino ad Hollywood, ossia al baricentro del mondo dell’intrattenimento USA. In assenza d’altro, anche questi due indizi sembrano potersi configurare come possibili indizi, accreditando così a Microsoft un nuovo ruolo nella distribuzione di materiale proveniente dall’industria cinematografica (presumibilmente con indirizzo USA, almeno inizialmente). Tutto ciò, però, non senza un impegno dedicato ove i contenuti necessitano di passare attraverso un tablet, uno schermo aggiuntivo che possa essere portato nelle mani degli utenti per controllare, gestire ed accedere ai contenuti veicolati.

Le ipotesi indicano due possibili sviluppi: un iPad-killer, che nasce pertanto con gravose difficoltà per il necessario confronto immediato con il tablet di Cupertino, oppure un Kindle Fire-killer, che nasce con minori barriere all’ingresso e che potrebbe più facilmente incidere sul mercato per imporsi in tempi rapidi. In entrambi i casi l’accoppiata di ARM e Windows RT rappresenterebbe la ricetta ottimale per portare avanti la nuova proposta.

Quel che è chiaro è il fatto che l’evento vada interpretato alla luce delle novità con cui Microsoft sta costellando la propria offerta. Dalla novità SmartGlass, al rinnovamento del brand Xbox, agli annunci previsti in ottica Windows Phone 8 (un altro evento dedicato è previsto per il 20 giugno), passando per il previsto arrivo di Windows 8, il tutto nell’ottica di una vera e propria rivisitazione dell’intera offerta consumer del gruppo. Tutto ciò non risolve però una vasta gamma di punti interrogativi rimasti pendenti: Microsoft scenderà in campo direttamente con una offerta hardware proprietaria? Nokia potrebbe avere un ruolo in veste di produttore in questa avventura? In questo caso sarebbe ipotizzabile un eventuale “Xbox Tab” che unisca gaming ed intrattenimento in un ponte sinergico tra tablet e tv? Una eventuale offerta hardware sarebbe completata da una eventuale nuova offerta di servizi o contenuti?

Il momento potrebbe essere cruciale per le sorti di Windows 8 e del futuro Microsoft, perché in area consumer la pressione di Android ed iOS è oggi ai massimi livelli e scavarsi una nicchia è tutt’altro che semplice. Microsoft, però, vuole (deve) provarci: appuntamento a Los Angeles, lunedì 18 giugno, quando in Italia sarà ormai passata la mezzanotte ed il calendario sarà già sul 19.

Fonte: All Things Digital • Via: The Verge • Notizie su: