QR code per la pagina originale

Gmailify: Gmail, senza Gmail

Il gruppo di Mountain View permette a tutti di gestire qualsiasi account di posta elettronica all'interno dell'interfaccia e con le funzionalità di Gmail.

,

A poche ore di distanza dall’introduzione del nuovo Outlook, anche Google mette in campo un’iniziativa legata al proprio servizio di posta elettronica: Gmailify, che permette di gestire altri account email all’interno dell’interfaccia e con le funzionalità avanzate di Gmail, sia attraverso le applicazioni mobile che tramite l’interfaccia Web della piattaforma.

Fin dall’inizio dello scorso anno bigG consente di accedere ad account diversi tramite la propria app, più nel dettaglio agli iscritti delle caselle Yahoo e Outlook. Oggi il gruppo di Mountain View compie un nuovo passo in avanti e apre a tutti feature e caratteristiche come la protezione dallo spam, l’organizzazione dei messaggi ricevuti all’interno di specifiche categorie (Social, Promozioni, Aggiornamenti ecc.) e l’integrazione dell’assistente Google Now per ricevere automaticamente notifiche ad esempio sul tracking delle spedizioni, sui voli prenotati o sugli appuntamenti in programma. Di seguito un filmato che ne mostra il funzionamento.

Per farlo è sufficiente aprire il client, recarsi all’interno delle “Impostazioni” e connettere una casella esterna attraverso l’opzione “Aggiungi account”. In un primo momento Gmailify risulta compatibile con gli account Yahoo e Outlook, ma bigG dichiara di volerne estendere in futuro il supporto anche ad altre caselle.

L’intenzione è chiara: trasformare Gmail (con una user base da oltre un miliardo di persone al mese) in qualcosa che va ben oltre la tradizionale inbox, una sorta di vera e propria piattaforma, capace di gestire tutta la posta elettronica dell’utente, indipendentemente dal provider scelto. Uno strumento universale per l’organizzazione dei messaggi, dunque, arricchito da funzionalità evolute che fanno leva su algoritmi avanzati per semplificare la vita di tutti i giorni, tenendo alla larga le email indesiderate ed estrapolando in maniera del tutto automatica le informazioni essenziali che possono tornare utili, con il fine di mostrarle in modo semplice e intuitivo.

Fonte: Official Gmail Blog • Via: TechCrunch • Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni