QR code per la pagina originale

Black Friday: onore al figlio del marketing

24 novembre 2017, il giorno del Black Friday: un evento frutto di una intuizione del marketing, oggi divenuto fenomeno collettivo di grande influenza.

,

Il Black Friday è nato come intelligente prodotto del marketing, è cresciuto come intelligente prodotto del marketing ed oggi è però diventato qualcosa di più di semplice marketing. Perché una cosa è certa: il Black Friday non può sostituire la magia dei mercatini di Natale, non può offrire quel che offre una passeggiata tra i negozi, ma può essere al tempo stesso un’irrinunciabile opportunità di acquisto. Liberando così maggior tempo per passeggiate e mercatini di Natale.

Figlio del marketing, ma fenomeno che oggi vive di luce propria: il Black Friday, evento catalizzante che vive online gran parte del proprio sviluppo, è un fenomeno globale che il mercato deve guardare con estremo interesse. Un hub di acquisti e di vendite, un “luogo” in cui i venditori vogliono svuotare i magazzini e gli acquirenti vogliono trovare la grande opportunità di risparmio. Ed a metà strada ci si incontra spesso e bene.

Black Friday significa sconti: è un momento di massima tensione nel quale la domanda e l’offerta si impennano, ma l’alta concorrenza che viene a svilupparsi porta ad un abbassamento dei prezzi. Le leggi dell’economia lavorano quindi in favore dell’utente finale, il quale può così sedersi con calma di fronte al monitor e gozzovigliare tra gli sconti in attesa della giusta opportunità. Non serve molto per poter accedere a questo grande ipermercato dello sconto: una carta di credito o un conto PayPal, i giusti account attivi, una sana dose di consapevolezza circa i riferimenti presso cui affidare le proprie scelte d’acquisto e la giusta capacità di confronto tra i prezzi per distinguere le vere offerte da quelle di puro richiamo commerciale.

Amazon, ma non solo

Amazon sarà ancora una volta padrone incontrastato del Natale: quello che è ormai diventato il punto di riferimento per gli acquisti a consegna veloce, ancora una volta presenterà migliaia di offerte in svariate modalità, consentendo così a tutti (ma soprattutto agli utenti Amazon Prime) di poter trovare la giusta idea da mettere sotto l’albero. La pagina ufficiale con tutte le offerte è già stata predisposta e sarà aggiornata in tempo reale per catturare acquisti fin dai giorni precedenti la grande scadenza.

Tuttavia il Black Friday è qualcosa che va ben oltre la sola Amazon: dai giocattoli alle capsule del caffé, passando per oggetti tecnologici ed elettrodomestici, attraversando brand di ogni estrazione per 24 ore di “vendo tutto” che significheranno molto per il mondo e-commerce. Molto sta alla capacità dei singoli merchant di catalizzare le attenzioni della vigilia, mettendo a frutto l’affezione per il proprio brand e la fiducia riposta nel proprio servizio.

Il Black Friday è un’esperienza quasi completamente online (benché nasca offline, è in rete che ha trovato dimensione globale) che per sua natura vive di dinamiche molto particolari. Saranno acquisti di impulso, scelti spesso in solitaria, estremamente personalizzati, avviati e conclusi nel breve spazio che separa gli occhi dallo schermo. Molti arriveranno direttamente da mobile, altri saranno meglio ponderati su una postazione desktop, e per molti la dimensione sarà esclusivamente immateriale. La materializzazione è successiva e giunge per mano dei corrieri espresso: migliaia di camioncini sono pronti a percorrere l’Italia e consegnare quegli stessi pacchi che a breve saranno riposti sotto l’albero.

Ma è davvero una opportunità?

Quando acquirente e venditore si incontrano, soprattutto se il numero degli acquisti registrato è alto, significa che c’è un’opportunità da cui ambo le parti traggono vantaggio. Il Black Friday è indiscutibilmente una opportunità, tanto per il mercato quanto per gli acquirenti che meno ambiscono all’esperienza tattile del prodotto nelle fasi immediatamente antecedenti l’acquisto.

L’importante è presentarsi pronti. Un elenco dei regali da fare, una bozza degli oggetti desiderati (magari con una “lista dei desideri” già compilata), idee già sufficientemente chiare. A quel punto ci si può abbandonare alla semplice ricerca, che equivale per molti versi ad una passeggiata di confronto tra diverse vetrine. Fatta la tara tra il prezzo, i tempi di consegna ed i servizi post-vendita, si potrà scegliere la miglior destinazione ed il miglior prodotto per la propria pulsione d’acquisto.

Il Black Friday con Webnews

Da diversi anni ormai Webnews segue il Black Friday poiché ha rappresentato sempre di più il momento clou degli acquisti natalizi online. Il Cyber Friday vive di luce riflessa e non sempre regala le stesse soddisfazioni, mentre il Black Friday è un’esperienza a sé, unica, concentrata e definibile, fatta di dinamiche proprie che nel tempo sono andate consolidandosi. Un momento atteso e complesso, poche ore sulle quali scaricare i propri desideri di acquisto e di risparmio. Un momento che, come sempre succede sul Web, è al tempo stesso individuale e collettivo: individuale nell’esperienza, ma collettivo nell’esecuzione. Tutti assieme, contemporaneamente, sulle stesse pagine, guardando gli stessi prodotti, ma senza ressa e senza code alla cassa: isolati sul proprio schermo alla ossessiva ricerca di idee, nella bolla di quel mercato perfetto di keynesiana memoria, fatto di informazioni e tranquillità di scelta.

Anche quest’anno Webnews si propone di fungere da guida, facilitando i lettori attraverso analisi ragionate sulle migliori offerte che il Black Friday offre in Italia. A tal fine i nostri redattori lavoreranno per offrire momento per momento le migliori offerte disponibili. L’intento non è quello di essere completi, perché la quantità nasconde insidie e soprattutto disorienta: l’obiettivo è quello di restituire un elenco ragionato di offerte realmente interessanti, così che possa essere più semplice orientarsi tra le varie opportunità, tra le vere opportunità, tra le giuste opportunità.

Chi perde il treno del Black Friday non dovrà comunque disperare: anche nei giorni successivi saranno disponibili prodotti scontati, ma ci si muoverà all’interno di un minor quantitativo di offerte. In assenza di idee in occasione del Black Friday, insomma, bisognerà accontentarsi nei giorni successivi e bisognerà iniziare a valutare anche i tempi di consegna per evitare di rimanere senza il pacco acquistato (la più imbarazzante delle situazioni in vista della corsa al regalo sotto l’albero). Chi vive quotidianamente una proattiva presenza online, insomma, è avvisato: venerdì 24 novembre sarà il giorno clou degli acquisti online e farsi trovare impreparati significa rinunciare a qualcosa di interessante in termini di spesa e di possibilità di scelta. Chi invece ne uscirà soddisfatto avrà guadagnato tempo e denaro. Ed entrambi potrà investirli in una comoda passeggiata per le vie dello shopping, oppure per una romantica e disinteressata scampagnata ai mercatini di Natale.

Svuotiamo il Natale dal consumismo: anticipiamo quest’ultimo al Black Friday, per poi goderci con maggior tranquillità l’albero, Babbo Natale e il clima scintillante della più dolce delle festività.