QR code per la pagina originale

TOBi: l’assistente di Vodafone va su WhatsApp

Da dicembre sarà possibile fare domande a TOBi, l'assistente digitale di Vodafone, direttamente in chat con WhatsApp.

,

Vodafone, uno degli operatori telefonici più popolari al mondo e da sempre attenta al servizio clienti, ha lanciato da poco più di un anno un assistente digitale chiamato TOBi (iBOT letto al contrario), con lo scopo di migliorare e rendere più veloce l’assistenza ai suoi utenti. Grazie a TOBi, infatti, è sufficiente fare una domanda a un operatore virtuale anziché dover cercare la pagina giusta sul sito o sull’applicazione My Vodafone, o dover attendere i tempi necessari per parlare con un operatore reale.

TOBi è un’intelligenza artificiale disponibile 24/7 e capace di fornire supporto diretto a oltre 600 richieste simultanee, di interpretare diverse formulazioni delle domande da parte degli utenti, e pronto a trasferire la chiamata a un operatore reale qualora ce ne fosse bisogno. Il bot riesce a riconoscere e interpretare il linguaggio naturale e, grazie al machine learning, a migliorarsi nel tempo. Il tutto grazie a una rete neurale sviluppata dagli ingegneri di Vodafone presso il Competence Center Vodafone di Pisa.

Dopo il primo lancio sulle piattaforme proprietarie di Vodafone (sito web e app My Vodafone), TOBi è sbarcato prima sul Messenger di Facebook, e più recentemente – in contemporanea con il lancio italiano dei dispositivi Amazon Echo – su Alexa, diventando il primo assistente digitale in Italia a offrire un’esperienza conversazionale vocale. Grazie alla skill Alexa, gli utenti possono verificare comodamente dal salotto di casa le informazioni sulla propria SIM, sui propri contatori, il credito residuo, il saldo sorrisi Happy, o il codice PUK.

Solo nel mese di ottobre 2018, TOBi ha ricevuto oltre 2 milioni di visite, e ha gestito oltre 1 milione di conversazioni, di cui oltre l’80% non hanno richiesto l’intervento di un operatore reale. E, spiega Vodafone, questi numeri sono in crescita costante.

Il prossimo step nella crescita di TOBi è l’arrivo sulla piattaforma di messaggistica più popolare nel nostro Paese: WhatsApp. Con un approccio familiare a tutti sarà sufficiente aggiungere TOBi alla rubrica telefonica e mandare un messaggio WhatsApp esattamente come si fa con qualsiasi altro contatto e l’assistente risponderà in pochi secondi, eventualmente rimandando alla pagina dedicata del sito Vodafone dove non fosse possibile esaudire la richiesta con un messaggio di testo.

TOBi arriverà su WhatsApp a partire da dicembre, inizialmente per un numero limitato di utenti e poi pian piano a tutti, clienti Vodafone e non.