QR code per la pagina originale

Google Assistant su Waze per Android

Di poche ora fa l'annuncio da parte del colosso di Mountain View di aver implementato l'Assistente Google nella piattaforma di navigazione Waze.

,

Waze si “sposa” con l’assistente virtuale Google Assistant. È di poche ora fa, infatti, l’annuncio da parte del colosso di Mountain View di aver implementato l’Assistente Google nella piattaforma di navigazione Waze.

In questo modo, d’ora in avanti chi utilizza l’app di Waze su dispositivi Android – ricordiamo che l’app è stata acquista nel 2013 da Google –  potrà sfruttarne le funzioni semplicemente con la voce, senza quindi rischiare di distrarsi mentre ci si trova alla guida.

Tre la possibilità offerte da questa nuova integrazione quella di invitare segnalazioni sul traffico, ovviamente direttamente con la propria voce e senza toccare lo schermo. Nel concreto, è sufficiente richiamare l’assistente con il solito “Hey Google” e poi dire “Segnala il traffico”. A questo punto l’app Waze farà il suo solito lavoro. Sempre tramite la voce si potrà pure gestire la musica dal Waze Audio Player, il player integrato del navigatore che offre tracce musicali grazie alla partnership con diverse piattaforme di musica in streaming, come Deezer.

Ovviamente l’opzione di segnalazione sarà possibile anche su altri tipi di eventi che si possono verificare in strada, come la presenza di autovelox, posti di blocco e tanto altro ancora. Al momento la feature è disponibile solamente negli Stati Uniti d’America, ma è molto probabile che nei prossimi mesi verrà estesa in altri paesi.

L’app Waze diventa quindi sempre più sicura, e non solo su Android: è infatti di qualche mese fa l’introduzione delle scorciatoie Siri per iPhone e iPad e della possibilità che l’utente-autista possa registrare le scorciatoie per raggiungere casa o i luoghi preferiti. Nel frattempo Google Maps ha introdotto il tachimetro e i limiti di velocità, feature già presente proprio in Waze.

Fonte: Engadget