QR code per la pagina originale

WhatsApp, sarà possibile condividere gli Stati

Gli Stati di WhatsApp potranno essere condivisi anche su Facebook, Instagram, Gmail e altre app.

,

Un’altra novità sta per travolgere gli utenti WhatsApp. Sta infatti per iniziare il test sulla condivisione degli Stati del famoso servizio di messaggistica instantanea destinato agli utenti iscritti ai programmi beta su Android e iOS. L’inizio dei test è in programma per il 27 giugno, ma per il momento non si conoscono ancora i tempi esatti per un rilascio ufficiale di questa funzionalità rivolta a tutti. WhatsApp quindi diventa ancora più social, mentre sta già pensando di inserire le inserzioni pubblicitarie negli Stati già nel corso del 2020.

Come funziona la condivisione degli Stati WhatsApp

I primi che potranno provare la condivisione degli Stati di WhatsApp sulle altre app sono gli utenti iscritti ai programmi di beta testing su Android e iOS. Questi infatti nel corso a partire da oggi riceveranno una nuova opzione per condividere gli Stati di WhatsApp. Ma come funziona questa nuova opzione? In pratica gli Stati di WhatsApp vengono visti come contenuti simili alle Storie Instagram o Facebook, che sono disponibili solo per un’arco preciso di tempo, cioè 24 ore. Proprio in queste ore quindi gli Stati WhatsApp potranno essere condivisi ed essere così trasformati in una Storia Facebook, ma potranno essere inviati anche attraverso Instagram, Gmail e altri servizi.

Sarà necessario collegare gli Account?

Prima ancora dell’inizio della fase di testing è stato già specificato che la condivisione su Facebook non comporta alcun collegamento tra i due account. In pratica quando si condivide lo Stato di WhatsApp su Facebook, sui server dell’azienda verranno registrati eventi diversi tra loro, legati ai contenuti sulle due piattaforme. La piattaforma di messaggistica istantanea inizia così ad accendere i riflettori sugli Stati WhatsApp in vista degli annunci pubblicitari previsti per il 2020.