QR code per la pagina originale

Iliad contro le ricariche di TIM, Vodafone e Wind

Il CEO di Iliad, Benedetto Levi, ironizza su Twitter contro le nuove ricariche premium di TIM, Vodafone e Wind.

,

TIM, Vodafone e Wind sono finiti nuovamente al centro delle polemiche per le loro ricariche premium tanto da essere, di recente, stati denunciati dal Codancons all’AGCOM e all’Antistrust. Per chi non avesse seguito la vicenda, questi operatori hanno sostituito in alcuni canali di vendita le ricariche da 5 e 10 euro con versioni particolari che caricano sul credito della SIM un importo minore ma che offrono l’accesso ad un particolare servizio per 24 ore (più traffico dati, voce..). L’accusa sta nel fatto che questi servizi sono obbligatori e che i clienti non sarebbero sufficientemente informati di questa nuova prassi. Su questa delicata vicenda è intervenuto Benedetto Levi, CEO di Iliad, che della trasparenza ha sempre fatto la bandiera della sua società.

Attraverso il suo account su Twitter, il CEO di Iliad ha citato un articolo di MondoMobileWeb in cui si parlava di queste ricariche, commentando il fatto con ironia:

Mancava solo @WindTreOfficial, dopo @TIM_Official e @VodafoneIT, e siamo al completo con le ricariche “speciali”… o anche magiche direi: paghi 5 e prendi 4 euro di credito.

Non è certamente la prima volta che il CEO di Iliad stigmatizza il comportamento degli altri operatori italiani che ultimamente sono al centro di altre polemiche per via delle continue rimodulazioni negative che stanno proponendo ai loro clienti.

Una prassi che non piace ad Iliad che ha sempre sottolineato di voler offrire ai suoi clienti tariffe chiare, senza sorprese, sena costi nascosti e soprattutto con la garanzia che non ci saranno mai rimodulazioni in futuro.