QR code per la pagina originale

Il Black Friday fa volare i pagamenti digitali

Durante il periodo del Black Friday vola l'utilizzo dei pagamenti digitali con un particolare rafforzamento dell’ecommerce.

,

Sebbene non ci siano ancora numeri precisi su come sia andato il Black Friday, gli strumenti di pagamento digitali sono sicuramente stati tra i protagonisti assoluti degli sconti del venerdì nero dello shopping. Secondo Nexi, la PayTech leader in Italia nei pagamenti digitali, durante questo periodo di shopping i pagamenti digitali hanno fatto segnare una forte accelerazione rispetto allo scorso anno. Numeri alla mano, è stato rilevato un +10,3% nel valore delle transazioni.

Molto bene l’ecommerce che ha fatto segnare un rafforzamento quasi doppio: +19,5%. Per capire ancora meglio l’importanza di questi numeri, Nexi evidenzia che rispetto a una tipica settimana del 2019, quella del Black Friday ha visto un incremento dei volumi di speso del 23%, con punte del +50% sul canale ecommerce. Globalmente, dunque, la giornata di venerdì 29 novembre ha registrato un aumento complessivo del 9% (ecommerce +11%).

Sarà quindi ancora molto più interessante analizzare il quadro completo di questo periodo di shopping quando arriveranno tutti i numeri definitivi ma la sensazione è che ci sia stato un vero e proprio boom degli acquisti, soprattutto attraverso il canale online.

Spiega, infatti, Roberto Catanzaro, Business Development Director di Nexi:

Nella settimana del Black Friday la dinamica degli acquisti è stata guidata dalle promozioni anticipate di moltissimi retailer, soprattutto online: abbiamo registrato incrementi importanti rispetto al 2018 già lo scorso weekend, specie sull’ecommerce in cui abbiamo osservato punte del +50% in certe fasce orarie. Sul canale fisico, invece, l’incremento è in accelerazione omogenea durante tutte le giornate, con una prima parte di venerdì 29 particolarmente positiva: in queste ore stiamo gestendo sulle piattaforme operate da Nexi un volume fino a 10mila transazioni al minuto. E’ interessante notare che sul canale fisico si registra un aumento importante del numero di transazioni, segno di comportamento di “shopping around” da parte del consumatore, mentre sul canale ecommerce cresce anche l’ammontare della spesa media, a testimoniare una fiducia sempre crescente nello shopping online.