QR code per la pagina originale

Registrare le chiamate WhatsApp da Android e iPhone

Rispettando alcune regole è possibile registrare le chiamate effettuate con WhatsApp: ecco cosa serve e come si fa con smartphone Android e iPhone

,

Registrare le chiamate di WhatsApp si può, l’importante è rispettare le normative vigenti a seconda del Paese in cui ci si trovi. In Italia, ad esempio, è possibile farlo previo avviso dell’interlocutore e di non divulgare pubblicamente il contenuto della conversazione. Gli smartphone in commercio dispongono ormai di app native per la registrazione degli audio, ma addirittura Google sta pensando di introdurla come funzione integrata nella prossima versione di Android. E se volessimo registrare le chiamate effettuate con un’app come WhatsApp?

L’applicazione di proprietà di Facebook non dispone di una funzione apposita, ragion per cui occorre installare app di terze parti per registrare una chiamata. Ne vale comunque la pena se, ad esempio, si tratta di una telefonata di lavoro, oppure di una lezione a distanza come tante se ne stanno facendo in questo periodo di emergenza.

Registrare le chiamate di WhatsApp con Android

Per i dispositivi con sistema operativo Android esistono diverse app che consentono di effettuare la registrazione delle chiamate. Alcuni produttori di smartphone installano di default Registratore chiamate, ma nel caso in cui il nostro dispositivo ne sia sprovvisto, occorre rivolgersi a Recorder di proprietà di Google o Call Recorder – Cube ACR, che funziona perfettamente con l’applicazione di proprietà di Mark Zuckerberg. Una volta installata quest’app possiamo subito registrare una conversazione via WhatsApp: per prima cosa apriamo Call Recorder – Cube ACR e avviamo la registrazione, poi spostiamoci su WhatsApp, scegliamo il contatto o il gruppo da chiamare e avviamo la telefonata, avvisando l’interlocutore o gli interlocutori della registrazione in corso.

Registrare chiamate WhatsApp con iPhone

Chi dispone di un iPhone anziché uno smartphone Android, troverà qualche difficoltà in più a registrare le chiamate di WhatsApp, perché il dispositivo Apple non consente ad applicazioni di terze parti di accedere in contemporanea a smartphone microfono. In questo caso, dunque, occorre attrezzarsi con un registratore esterno, magari proprio utilizzando un secondo dispositivo. Ovviamente, è vitale l’attivazione della funzione Vivavoce. La qualità finale della registrazione non sarà eccelsa, ma in mancanza di alternative si fa di necessità virtù.