QR code per la pagina originale

Disney punta alla telefonia nipponica

Lasciando per il momento in sospeso gli affari della telefonia mobile statunitense, la casa di Topolino ha deciso di cominciare a fornire contenuti per il Giappone, un mercato che ritiene più ricettivo grazie alle migliori tecnologie di connettività

,

La Disney è pronta a tuffarsi nel mercato giapponese della telefonia, dando il via ad una collaborazione con il carrier locale Softbank per la fornitura di contenuti e servizi 3G che ruotino attorno al proprio marchio.

Si tratta di una iniziativa importante poichè, puntando decisamente verso il Giappone, la Disney blocca temporaneamente le iniziative partite in patria. La telefonia e il settore mobile nella sua generalità interessano e molto alla seconda più grande compagnia di intrattenimento degli Stati Uniti. Ma essendo il proprio paese indietro come potenza di connettività mobile, la Disney ha pensato di cercare fortuna in un mercato più in ascesa come quello giapponese dove i contenuti per cellulari 3G hanno più appeal maggiore risonanza.

Softbank appoggerà la casa di Topolino nel fornire servizi, porre in essere le iniziative di marketing e progettare il design di telefoni che, almeno inizialmente, saranno rivolti al pubblico tradizionale della Disney, ovvero i minori, una fascia non tra le più attraenti del mercato ma comunque importante da conquistare anche nel mercato della telefonia. Certo la Disney non è solo animazione, ma molto altro, e dunque di certo non si fermerà ad un mercato tra i 100,000 e i 200,000 possibili clienti (su un totale di 100 milioni).

Intanto i presidenti delle due compagnie si scambiano le rituali parole di stima dalle pagine di CnnMoney: «questa collaborazione ci darà modo di consegnare servizi mobili innovativi a tutti i clienti Disney del Giappone» sono le parola di Paul Candland presidente di Walt Disney Japan a cui fa eco Masayoshi Son, capo di Softbank: «siamo sicuri che questa collaborazione aumenterà la quota di clienti Softbank».

Notizie su: