QR code per la pagina originale

Eee PC: web storage e anti-iMac in arrivo

Asus offrirà 20 Gb di storage online per gli utenti del suo Eee PC 901, aumentando le capacità di memorizzazione del suo dispositivo. La società di Taiwan progetta, intanto, il nuovo Eee Monitor, il futuro rivale degli iMac di Apple

,

Con il crescente successo dei suoi laptop low cost Eee PC, da alcuni mesi Asus si è dimostrata in grado di attirare a sé le attenzioni della stampa e delle tante fonti di informazione online, pronte a diffondere notizie, rumors e indiscrezioni sulle prossime mosse della società di Taipei. Con scelte di marketing spesso molto efficaci, Asus amministra con attenzione la sua esposizione sui media, fornendo massima visibilità ai nuovi dispositivi low cost che progressivamente introduce sul mercato.

Stando alle ultime notizie provenienti da Taiwan, per esempio, la società orientale starebbe per introdurre sul mercato un nuovo servizio interamente dedicato ai possessori dei suoi laptop a basso costo. A partire dai prossimi giorni, Asus dovrebbe offrire agli acquirenti del suo ultimo modello, Eee PC 901, la possibilità di fare affidamento su 20 Gb di storage online in remoto per archiviare dati e informazioni. La nuova opzione consentirebbe dunque di estendere le capacità di memorizzazione del dispositivo, fortemente vincolate dalle scelta di utilizzare dischi SSD, senza dover compiere particolari interventi direttamente sull’hardware.

«Stiamo per offrire un sistema di storage Web e stiamo utilizzando memorie a prova di shock e urto. Pensiamo che questo assicuri maggiore flessibilità» ha dichiarato il CEO di Asustek, Jerry Shen. Al momento la società non ha fornito particolari dettagli sulla nuova offerta commerciale, che dovrebbe comunque interessare principalmente gli acquirenti del nuovo modello Eee PC 901. I dati salvati in remoto dagli utenti saranno fisicamente allocati nei server di Asus gestiti dalla compagnia Chunghwa Telecom, una delle principali società di comunicazione dell’isola di Formosa. Il primo anno di utilizzo sarà completamente gratuito, in seguito il servizio diverrà opzionale e a pagamento.

Notizie su: