QR code per la pagina originale

Quanto guadagna Beppe Grillo con AdSense?

Il Sole 24 Ore ha proposto una stima che fa discutere circa i possibili incassi di Beppe Grillo dagli AdSense sul suo blog: noi abbiamo rifatto i calcoli.

,

Premessa: con questo articolo non si intende fare approfondimento politico, né appoggiare qualsivoglia partito o movimento, ma soltanto tentare di ripristinare la verità su di una questione che il Sole 24 Ore ha sollevato nei giorni scorsi. Tutto parte da un calcolo, necessariamente spannometrico, circa il guadagno che Beppe Grillo, il blogger più noto ed in vista del momento, è in grado di trarre grazie al proprio blog.

La polemica sembra sì avere qualcosa di strumentale alla radice, poiché sollevare la questione in questo momento sembra voler cercare l’interesse dietro le attività del comico-attivista. Lungi dalle seguenti righe ogni strumentalizzazione, invece: quel che si cerca di fare è una analisi, ancora una volta necessariamente spannometrica, per capire quanto possa davvero guadagnare beppegrillo.it grazie agli annunci pubblicitari. Dopodiché ognuno giudichi a proprio modo le cifre, le opportunità, le strumentalizzazioni ed ogni altra sfumatura: purché si ragioni su cifre veritiere, o almeno fondate su basi realistiche.

La tesi del Sole 24 Ore giunge online a firma di Dario Aquaro a fronte di un consulto con un “esperto analista del settore” (non citato). «Un calcolo a spanne», spiega l’articolo, «può esser condotto guardando il ricavo medio per pagina offerto da Google AdSense». Ed il risultato è subito buttato sul piatto: 5 euro per ogni 1000 pagine visitate, proiettando così ricavi tra i 5 ed i 10 milioni di euro all’anno sulla base di una stima pari 1 milione di pagine viste al giorno.

Purtroppo beppegrillo.it non è in Audiweb e non ci sono altri strumenti che consentano di verificare in modo puntuale il volume di traffico. Ma usando Alexa è possibile stimare che il traffico del sito sia di un milione, un milione e mezzo di pagine al giorno. Per cui si può affermare che i ricavi oscillino tra i 5 e i 10 milioni di euro all’anno. Certamente un merito per Grillo e Casaleggio, che hanno saputo tirare su il blog.

Calcolo che, secondo l’analista, è comunque da considerarsi ancora in difetto in virtù delle altre fonti di introito presenti sul blog:

[…] credo che non ci siano solo i banner di Google AdSense. Motivo che porta a pensare che questi calcoli siano in difetto.

I calcoli del Sole 24 Ore

Il primo appunto è relativo al semplice calcolo: 1/1,5 milione di pagine al giorno significano almeno 365 milioni di pagine all’anno. Calcolando per difetto (tenendo in considerazione vacanze estive, pausa natalizia ed altri periodi a traffico ridotto), si sta parlando quindi di un range tra 300 e 400 milioni di pagine annue. Basandosi sulla stima dei 5 euro ogni 1000 pagine, si arriva ad una somma pari a 1,5/2,3 milioni di euro.

1,0 mln di pag/g x 300 gg x 5 euro/1000 pag = 1,50 mln di euro
1,5 mln di pag/g x 300 gg x 5 euro/1000 pag = 2,25 mln di euro

Dunque, stando ai dati stimati dallo stesso “esperto analista del settore”, il totale è già molto più basso di quello indicato fin dal titolo dell’articolo (5/10 milioni di euro annui). I calcoli sembrano insomma errati dal punto di vista semplicemente aritmetico. Ma non è tutto qui.

Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni
  • 14/03/2013 alle 16:04 #249993

    Gibi
    Membro

    Dubito molto che AdSense paghi a Google un cpm di 5 Euro. Io punterei su un cpm di 1 euro, più realistico, il che non toglie che sono bei soldi onestamente guadagnati. 5+ euro cpm li potrebbe benissimo ottenere se vendesse direttamente o affidandosi a agenzie media. La vera domanda è: perchè Beppe Grillo si accontenta di guadagnare 1 euro cpm piuttosto che 5+ euro cpm?

    14/03/2013 alle 23:33 #250007

    fstrazzante
    Membro

    Magari guadagna solo con i click sulle pubblicitá e non sulle “impression”… Si alzerebbe il CPM

    15/03/2013 alle 14:27 #250121

    djbill
    Participant

    I calcoli non tengono conto che i visitatori del blog sono mediamente più giovani dei siti generalisti e potrebbero usare strumenti che bloccano la pubblicità…

    21/03/2013 alle 10:11 #250519

    oscarcollica
    Membro

    Questo è un modo onesto di guadagnare soldi. Lui come altri 100000 blogger in giro per il mondo. Almeno non li ruba allo stato come fanno i politici.

    07/04/2013 alle 00:54 #251679

    iltommi
    Membro

    Google AdSense paga con bonifico/assegno.

    Deve quindi esistere una società che emette fattura per questi bonifici/assegni.

    Detto questo una società di Grillo o collegata a Grillo nel suo fatturato deve avere una cifra che varia da un range minimo di 600K€ ipotizzata da questo vostro articolo fino ai 10M€ ipotizzati dall’articolo del sole24ore.

    Un altro appunto nei vostri calcoli. Il CPM di 1€ che voi ipotizzate deve essere moltiplicato per i 3 banner adsense presenti nel blog di Grillo. Altrimenti dovete specificare che quel CPM è riferito a tutti i banner adsense presenti nelle pagine del blog di Grillo.

    Saluti

  • Ci sono altri 2 commenti. Leggili nelle Discussioni di Webnews.