QR code per la pagina originale

I giochi classici Amiga in arrivo su Android

Writers' Group Film Corp annuncia che entro fine anno alcuni titoli classici del catalogo Amiga verranno pubblicati per Android, ovviamente su Google Play.

,

Buone notizie per tutti gli appassionati di retrogaming: i giochi classici del catalogo Amiga verranno resi presto disponibili su Google Play, per il download e l’esecuzione su smartphone e tablet Android. È quanto annunciato in via ufficiale da Writers’ Group Film Corp, società di Los Angeles che nelle scorse settimane ha portato a termine l’acquisizione di Amiga Games Inc., con un’investimento pari a 500.000 dollari. Incluso nei termini dell’accordo anche il passaggio di consegne per la gestione di oltre 300 titoli.

I dispositivi Android hanno conquistato circa il 75% del mercato mobile e Google Play è lo store principale della piattaforma con oltre 50 miliardi di download. Android rappresenta il sistema operativo in più rapida espansione del pianeta e siamo felici di essere presenti sul suo marketplace. Questi sviluppi renderanno ancora più forte il nostro vantaggio competitivo nell’ambito del gaming. I giochi di Amiga Games Inc. offrono un’esperienza di qualità elevata agli utenti, dunque sono molto ottimista in merito alle nostre nuove modalità di distribuzione.

Queste le parole del CEO Eric Mitchell, che purtroppo al momento non fornisce indicazioni su quali giochi verranno pubblicati sullo store di Mountain View. È stata invece comunicata la data di debutto dell’iniziativa: entro la stagione natalizia, dunque a cavallo tra il 2013 e il prossimo anno.

Una parte dei titoli Amiga è stata nel corso degli anni convertita per la fruizione su PC e console, debuttando più di recente anche su alcune piattaforme mobile, ma fino ad oggi ha regnato il silenzio su possibili progetti legati al mondo Android. L’attesa è ora finita e, tra pochi mesi, anche chi dispone di un device equipaggiato con il sistema operativo di Google potrà rivivere le emozioni videoludiche dei decenni passati, senza l’obbligo di ricorrere all’utilizzo di emulatori o ROM non ufficiali. Da capire quale sarà l’esborso economico richiesto per i singoli download.

Fonte: Marketwire • Via: Polygon • Notizie su: ,