QR code per la pagina originale

Wired 40: Google domina, Microsoft arranca

Google, Amazon e Apple: questo il podio della classifica Wired 40. Tale ranking premia le aziende che si sono contraddistinte per la loro attività e per l'innovazione introdotta sul mercato (fungendo altresì da traino per l'economia. Google si conferma.

,

Wired, il più autorevole magazine online, ha rilevato oggi il consueto elenco delle 40 aziend più “wired” dell’Hi-Tech. Giunta alla settima edizione, l’annuale classifica mette in fila le aziende della New Economy che si sono contraddistinte per «innovazione, tecnologia e visione strategica». Il primo posto dei “Wired 40” premia l’anno trionfale di Google, neo-promossa alla quotazione in borsa.

Una nota di merito va dunque riservata alla top 10 del ranking stilato dal Wired:

  • 1. Google – Il motore di ricerca si conferma ai vertici dell’economia producendo idee sempre innovative e identificandosi come il centro dell’esperienza in Rete;
  • 2. Amazon – Il gruppo sale sul podio dopo essere stato 12 mesi or sono al 7° posto: Amazon sfonda i propri limiti ed estende il proprio mercato meritando la posizione conquistata;
  • 3. Apple – L’azienda guidata da Steve Jobs non poteva non meritare almeno il podio: con iTunes e iPod Apple ha sconvolto il mercato e si è lanciata verso lidi molto ambiziosi. Si tratta di una assoluta new entri nella “Wired 40”;
  • 4. Genentech – Altra importante new entry è l’azienda biotech Genentech, contraddistintasi per l’impegno assiduo nell’innovazione e nei risultati ottenuti con l’ingegneria genetica;
  • 5. eBay – Il Web piazza un’ulteriore marchio ai vertici della classifica, con eBay che conferma i propri risultati (6a lo scorso anno) ed la bontà del proprio ruolo sulla Rete;
  • 6. Samsung Electronics – Grande merito dei risultati del gruppo vengono dati al nuovo presidente Jong Yong Yun: la nomina poteva sembrare un suicidio aziendale, soprattutto in un momento in cui i mercati asiatici erano in difficoltà, invece si è trattata di una scommessa vincente;
  • 7. Yahoo! – Impietosamente, il confronto con Google si fa pesante. I risultati rimangono buoni, ma in periodi di ristrutturazione organizzativa e di investimento la terza posizione dello scorso anno non poteva certo essere mantenuta;
  • 8. Electronic Arts – Risultati assolutamente importanti quelli di EA: dalla 28a posizione dello scorso anno ecco una scalata fondata sull’investimento nel settore Internet e nelle ulteriori intenzioni di assunzione, destinazione Hollywood;
  • 9. Pixar – Altra new entry nella top 10. Dopo le diatribe avute con la Disney, l’azienda ha lanciato con forza il proprio nome e il Wired la francobolla come “The animaster”
  • 10. Cisco System – Il gruppo ha vissuto recentemente avventure decisamente difficili, ma su questo nome si regge buona parte della struttura Internet: al gruppo viene riconosciuto tale ruolo, con la richiesta di un ulteriore salto di qualità.

Fuori dai migliori nomi importanti quali IBM (13), Intel (24) e Microsoft (27). Depennati dalla classifica infine marchi titanici quali Honda Motor, Oracle, Sony e Wal-Mart. Largo ai giovani insomma: tra le prime 5 aziende della classifica ben 3 hanno meno di 10 anni di attività alle spalle, e ben un terzo dell’intero ranking ha meno di 20 anni di storia.