QR code per la pagina originale

Sony ritocca i prezzi dei lettori Blu-Ray

Per il nuovo lettore di dischi al laser blu il principale sponsor dello standard Blu-Ray ha deciso per un taglio di oltre 100 dollari sul prezzo prima ancora di metterlo sugli scaffali. La concorrenza e la produzione in serie hanno dimezzato i prezzi

,

Neanche è arrivato sul mercato e già ha visto il suo prezzo calare di ben 120 dollari: il nuovo lettore Blu-Ray della Sony, il BDP-300, sarà infatti sugli scaffali al prezzo di 499 dollari e non più 599 dollari come annunciato a Febbraio.

Da quando sono stati immessi sul mercato, i player per Blu-Ray disc hanno visto un calo drastico dei loro prezzi tanto che ora, a circa sei mesi di distanza, il livello medio è sceso fino a raggiungere addirittura la metà delle cifre iniziali. Un simile drastico ritocco è stato possibile grazie alla produzione in serie dei lettori, ma soprattutto è divenuto necessario in conseguenza dell’uscita della Playstation 3 che incorpora (oltre a tutte le possibilità di videoludica) un lettore Blu-Ray e costa intorno ai 600 dollari.

Rispetto al formato rivale, HD DVD, ancora i prezzi dei Blu-Ray sono sostanzialmente più alti di quasi il 50%, cosa imputabile principalmente al costo maggiore dei diodi necessari allo sviluppo del laser blu, eppure la guerra dei formati non accenna al momento a dare un esito (nonostante Frank Simonis, presidente dell’associazione Blu Ray, abbia dichiarato che il suo formato si imporrà in 3 anni) e anzi vede il formato sponsorizzato da Sony posizionato meglio rispetto al rivale (specialmente in virtù del traino rappresentato dalla PS3).

Le motivazioni di un simile stallo sono molte e girano tutte intorno al fatto che il prodotto stenti ad attecchire a causa dell’incertezza sui formati (molti consumatori vogliono attendere e vedere quale dei due standard uscirà come vincitore) e della scarsa diffusione dei televisori HD (indispensabili per vedere la differenza che i lettori di nuova generazione sono in grado di portare rispetto ai normali DVD), particolare a cui si cercherà di ovviare il prossimo Natale con un drastico calo nei prezzi necessario per far breccia sull’utenza di massa.