QR code per la pagina originale

LG V40 ThinQ, ecco le specifiche complete

Il nuovo LG V40 ThinQ avrà uno schermo POLED da 6,4 pollici, processore Snapdragon 845, 6 GB di RAM, tre fotocamere posteriori e due fotocamere frontali.

,

Da settimane circolano indiscrezioni sul design e le specifiche del V40 ThinQ, ma ora è possibile avere una conferma sulla dotazione hardware, grazie al documento visto dal sito Android Authority. Le novità principali rispetto al precedente V30 sono il notch e le cinque fotocamere, un record per la categoria.

Non ci sono aggiornamenti sull’estetica del V40 ThinQ, ma sembra ormai assodata la presenza della famigerata “tacca” nella parte superiore dello schermo, come nel G7 ThinQ, che ospita le due fotocamere frontali con sensori da 8 e 5 megapixel. Il display FullVision di tipo POLED ha una diagonale di 6,4 pollici e una risoluzione Quad HD+ (3120×1440 pixel), quindi con rapporto di aspetto 19.5:9. All’interno del telaio in alluminio e vetro (certificato IP68 e MIL-STD-810G) troverà posto il processore Snapdragon 845, affiancato da 6 GB di RAM e 64/128 GB di storage.

LG migliorerà ulteriormente il comparto fotografico con l’aggiunta di una terza fotocamera posteriore, una configurazione già vista nello Huawei P20 Pro. In questo caso sono stati scelti un sensore da 12 megapixel, abbinato ad un obiettivo con apertura f/1.5, un sensore da 16 megapixel, abbinato ad un grandangolare con apertura f/1.9, e un sensore da 12 megapixel, abbinato ad un teleobiettivo con apertura f/2.4 e zoom ottico 2x.

Non mancheranno ovviamente il lettore di impronte digitali, il riconoscimento facciale e il Quad DAC Hi-Fi. Il produttore conserverà inoltre il jack audio da 3,5 millimetri. Il Boombox Speaker introdotto con il G7 ThinQ diventerà stereo, quindi si otterrà un suono di qualità superiore. La batteria da 3.300 mAh supporterà la ricarica rapida tramite porta USB Type-C. Il sistema operativo potrebbe essere Android 9 Pie.

Il V40 ThinQ dovrebbe essere annunciato all’inizio di ottobre, lo stesso mese scelto da Google per i suoi Pixel 3 e da Huawei per i suoi Mate 20.

Fonte: Android Authority • Immagine: Slaskleaks