QR code per la pagina originale

iPad Pro: un’icona conferma il design

Il design dei nuovi iPad Pro, in arrivo domani con l'evento Apple di Brooklyn, è stato confermato da un'icona rinvenuta nelle beta di iOS.

,

Giungono nuove conferme sul design dei nuovi iPad Pro, probabilmente protagonisti domani del tanto atteso evento Apple. Un’icona rinvenuta nell’ultima beta di iOS 12.1, infatti, conferma quando emerso nelle ultime settimane sul conto dei tablet professionali targati mela morsicata.

Come già ampiamente noto, Apple avrebbe optato per un completo redesign della linea iPad Pro, introducendo una scocca più sottile, uno schermo edge-to-edge e inglobando le componenti TrueDepth per abilitare le funzioni di Face ID. Non vi sarà un top notch, però, così come avviene per gli iPhone X, XR e XS: date le dimensioni maggiori dei device, non è stato necessario sacrificare il display per inserire i sensori per la rilevazione del volto.

Un’icona apparsa nell’ultima beta di iOS 12, e scovata da 9to5Mac, conferma questi dettagli: la rappresentazione grafica mostra proprio un iPad Pro dotato di uno schermo edge-to-edge, privo del sensore per le impronte Touch ID e con i bordi lievemente arrotondati.

I nuovi iPad Pro dovrebbero essere disponibili in due dimensioni: 10.5/11 o 12.9 pollici. Diagonali del tutto analoghe alle precedenti generazioni, tuttavia inglobate in una scocca decisamente meno ingombrante, proprio grazie al nuovo schermo. Fra le altre novità, dovrebbe essere introdotto un processore della famiglia A12, probabilmente un A12X, quindi una porta di comunicazione USB-C in sostituzione della classica Lightning. Questa scelta potrebbe essere funzionale al collegamento di schermi esterni al tablet, in grado di supportare una risoluzione fino a 4K. Non ultimo, proprio data l’introduzione della nuova porta, si attende anche una seconda generazione di Apple Pencil aggiornata al medesimo standard.

L’evento Apple di domani non si terrà nella classica sede di Cupertino, bensì nell’insolita location di Brooklyn. Un fatto che renderà la fruizione della presentazione molto più comoda per gli utenti europei: dato anche il recente passaggio all’ora solare nel Vecchio Continente, oltre che alla posizione geografica più favorevole, l’evento sarà alle 15 anziché alle 19.

Fonte: 9to5Mac • Immagine: Unsplash