QR code per la pagina originale

Samsung QLED 8K Q900R, IA per le immagini

I nuovi televisori QLED 8K Q900R di Samsung dispongono di un sistema di upscaling basato sull'intelligenza artificiale che migliora giorno dopo giorno.

,

Un televisore in grado di migliorare giorno dopo giorno e di evolversi grazie all’utilizzo dell’intelligenza artificiale. Questo è quanto propone Samsung all’interno dei suoi televisori QLED 8K Q900R dotati di pannello con risoluzione 8K (7.680 × 4.320 pixel). Trattasi di televisori dotati di una risoluzione davvero elevata, ben 4 volte superiore al 4K. Un pannello con una risoluzione 8K non è un “capriccio” in quanto già oggi questa tecnologia offre dei vantaggi molto importanti. Con i televisori che dispongono di schermi sempre più grandi è necessario disporre di risoluzioni sempre più elevate in grado di permettere alle persone di poter osservare i filmati ad una distanza corretta.

Inoltre, una risoluzione 8K che è in grado di proporre una densità di pixel elevatissima (33.177.600 pixel), permette di garantire immagini più realistiche, creando anche quella sensazione di profondità che altri televisori non sono in grado di offrire. Tuttavia, trasmissioni 8K sono rare per non dire quasi inesistenti. Si prefigura, dunque, il problema della gestione dell’upscaling, cioè del processo tramite il quale un segnale video con una determinata risoluzione viene convertito ad una risoluzione maggiore. Un processo che spesso fa perdere di qualità alle immagini nonostante la risoluzione venga migliorata.

Normalmente, le televisioni adottano un sistema di upscaling bicubico che ricostruisce i pixel mancanti “inventandoseli”. Ci sono sistemi che lavorano bene, altri che lavorano meno bene. Tuttavia, un conto è gestire qualche centinaia di migliaia di pixel ed un conto è gestire oltre 33 milioni di pixel. Samsung, per il suo QLED 8K Q900R ha adottato un sistema innovativo basato sull’intelligenza artificiale.

La casa coreana ha predisposto dei server per la creazioni di algoritmi dedicati all’upscaling. Nel corso del tempo, ha allenato l’intelligenza artificiale dandole in pasto immagini 8K che sono state distrutte in diversi modi. Alla fine, Samsung ha chiesto all’intelligenza artificiale di ricostruire le immagini.

Il risultato di questo lavoro sono 256 algoritmi differenti che permettono di ricreare in maniera efficiente un segnale 8K senza aberrazioni. Algoritmi che sono talmente efficienti che un’immagine 4K scalata alla risoluzione 8K risulta essere più dettagliata che se vista su di uno schermo 4K nativo.

Questi algoritmi sono stati poi portati all’interno del processore AI Quantum 8K. In base alla sorgente del segnale (HDMI, USB, streaming…), il processore applicherà l’algoritmo più indicato per effettuare l’upscaling del segnale. La qualità migliore si ottiene, oggi, con i segnali Full HD e superiori che vengono convertiti all’8K in maniera perfetta. Tuttavia, l’intelligenza artificiale continua a lavorare sui server di Samsung, imparando e trovando modi migliori per effettuare un upscaling di qualità ancora superiore, anche partendo da risoluzioni più basse.

Una volta che saranno individuati algoritmi più efficaci, Samsung rilascerà un aggiornamento firmware che migliorerà a suo volta i televisori. I nuovi QLED 8K Q900R, grazie all’intelligenza artificiale, continuano ad evolversi ed a migliorare giorno dopo giorno. Le TV QLED 8K Q900R di Samsung sono, oggi, gli unici modelli che migliorano costantemente. Questo significa che se già oggi lavorano bene, tra un anno funzioneranno ancora meglio offrendo una qualità dell’immagine superiore. I modelli 8K di Samsung, quindi, sono gli unici televisori oggi in grado di ottimizzare il segnale.

Dal punto di vista tecnico, i televisori QLED 8K Q900R sono molto simili ai modelli Q9 “tradizionali”. Trovano posto, dunque, il pannello “Black Panel” che garantisce l’assenza di riflessi e la tecnologia Direct Full Array Elite che garantisce migliori contrasti. I televisori Samsung QLED 8K Q900R sono disponibili in tre misure: 65 pollici, 75 pollici e 85 pollici. Le varianti da 65 pollici e 75 pollici presentano una luminosità massima di 3.000 nit che sale a 4.000 nit per il modello da 85 pollici.

Questi nuovi televisori, dunque, sono stati progettati per offrire agli utenti quello che cercano davvero e cioè un’effetto cinematografico in grado di esaltare la qualità delle immagini. Tanta tecnologia, però, ha un prezzo molto elevato anche se in linea con i contenuti offerti. I televisori QLED 8K Q900R sono già in vendita in Italia a 4.999 euro (65 pollici), 6.999 euro (75 pollici) e 14.999 euro (85 pollici).

Questi televisori, però, non sono disponibili in tutti i centri commerciali. Vista la giovinezza della tecnologia, Samsung ha scelto punti vendita dove le persone possono prendere visione dal vero della qualità offerta da questi prodotti. L’8K può sembrare prematuro visto che l’infrastruttura esistente arriva a malapena al 4K. Tuttavia non si può attendere i progressi dell’infrastruttura di trasmissione per lanciare una nuova tecnologia. Inoltre, ogni volta che il settore viene innovato, compie un salto in avanti. In questo momento, il settore delle televisioni è fermo. L’arrivo dell’8K deve essere visto come una boccata d’ossigeno. L’8K è la tecnologia del futuro e permetterà di migliorare drasticamente la qualità delle televisioni.

Gli standard per l’8K non sono ancora stati tutti definiti. Tuttavia questo non deve scoraggiare chi volesse investire in questa tecnologia. Samsung, infatti, lancerà degli appositi kit che permetteranno di aggiornare questi modelli a quelli successivi.

Immagine: Samsung