QR code per la pagina originale

Vivo Apex 2020, fotocamera frontale invisibile

Il Vivo Apex 2020 ha uno schermo curvo, fotocamera frontale under display, fotocamera posteriore con gimbal e teleobiettivo con zoom ottico continuo.

,

Il produttore cinese ha annunciato la terza versione del suo concept phone. Il nuovo Vivo Apex 2020 introduce cinque novità tecnologiche che potrebbero essere utilizzate nei futuri smartphone. Quella più avanzata è senza dubbio la fotocamera frontale “under display“, ovvero nascosta sotto il vetro che protegge lo schermo. Vivo aveva già mostrato le sue capacità innovative con i precedenti Apex 2018 e Apex 2019.

Apex 2020 è uno smartphone di fasci alta con processore octa core Snapdragon 865, modem 5G, 12 GB di RAM e 256 GB di storage. Ma le specifiche sono meno interessanti delle varie tecnologie utilizzate per la realizzazione del dispositivo. Ad esempio, lo schermo da 6,45 pollici con risoluzione full HD+ (2330×1080 pixel) viene denominato FullView Edgeless Display perché avvolge i lati con un angolo di 120 gradi. Le cornici laterali sono state eliminate, mentre quelle superiore e inferiori hanno uno spessore molto ridotto. Invece dei pulsanti fisici sono presenti pulsanti touch sensibili alla pressione.

La capsula auricolare non è presente, in quanto Vivo ha scelto la tecnologia SoundCasting che permette di trasmettere il suono attraverso il vetro. Non ci sono nemmeno notch e fori per la fotocamera frontale da 16 megapixel. Il produttore ha infatti nascosto la lente sotto lo schermo. Nel punto corrispondente è stata incrementata la trasmittanza della luce di sei volte rispetto alle altri parti del display, riducendo interferenza ottica e diffrazione con algoritmi che migliorano la qualità delle immagini.

Lo smartphone ha due fotocamere posteriori. Quella principale da 48 megapixel ha una struttura “gimbal” (cardanica) che offre un angolo di stabilizzazione del 200% migliore rispetto alla tradizionale tecnologia OIS. Ciò consente di ottenere foto e video più nitidi. La maggiore stabilizzazione permette anche di scattare foto notturne di qualità superiore. La seconda fotocamera da 16 megapixel ha invece un teleobiettivo con zoom ottico continuo 5x-7.5x. La struttura a periscopio è composta da quattro gruppi di lenti (due fissi e due mobili) che consentono di effettuare ingrandimento continuo e messa a fuoco in tempo reale.

L’ultima novità tecnologia è il supporto per la ricarica rapida SuperFlash Charge da 60 Watt (100% in 20 minuti). Il sistema operativo è Android 10. Il Vivo Apex 2020 non arriverà sul mercato, ma verrà probabilmente preso come riferimento per il prossimo modello della serie NEX.