QR code per la pagina originale

Wikipedia, timidi passi nel mobile

Wikipedia ha avviato in silenzio i motori della nuova versione mobile del portale. L'enciclopedia sarà navigabile tramite iPhone, Kindle e Palm Pre, ma il taglio dei nastri sarà spalmato sulla crescita quotidiana di un progetto ancora in divenire

,

Anche Wikipedia ha mosso i propri primi timidi passi nella realtà mobile. Trattasi probabilmente del mondo ove Wikipedia può trovare la propria massima realizzazione, mettendo a disposizione dell’utenza descrizioni complete e puntuali con semplici ricerche. Ma trattasi di un mondo che richiede forme e strutture nuove, richiedendo nuovi investimenti e progetti ad hoc. Le prime pagine sono comunque online e, sia pur se in assenza di grandi annunci, Wikipedia mobile ha avviato ufficialmente i motori.

La notizia giunge dal blog del Lead Mobile Developer di Wikipedia, Hampton Catlin, il quale rende noto fin dalle prime righe come il tutto sia il prodotto di lunghi mesi di sviluppo e di incertezze. E non c’è nemmeno un taglio dei nastri che consacra il nuovo inizio: tutto era già pronto ed il nuovo inizio è identificato semplicemente da un cambio di server. «Al momento il sito Mobile supporta iPhone, Kindle, Android e Palm Pre. Ed è pienamente supportato tanto l’inglese quanto il tedesco. Ci sono altre lingue in lavorazione, ma non sono ancora state tradotte completamente».

«Il nostro obiettivo è di crescere lentamente, e di farlo veramente bene. Abbiamo iniziato in modo semplice e con un supporto limitato al fine di provare l’usabilità e la stabilità della piattaforma»: un inizio volutamente in sordina, insomma, per avere a disposizione un servizio che abbia come primo obiettivo l’affidabilità. Tutto il resto verrà in seguito, coprendo tutti i contenuti e supportando tutte le lingue già comprese nel progetto Wikipedia originario.

Wikipedia Mobile

Wikipedia Mobile

Il beta test si è dilungato su 10 milioni di pagine viste e l’inizio ufficiale dell’avventura mobile gode ora di un redirect automatico che trasforma ogni link cliccato in mobilità in un link verso la versione ad hoc dell’enciclopedia. I nuovi server avranno lo scopo di supportare la nuova utenza in arrivo, con un passaggio progressivo in linea con quelli che sono i piani della fondazione. I prossimi aggiornamenti arriveranno tramite twit: l’apposito canale è appena stato inaugurato per accompagnare l’evolversi della situazione.