QR code per la pagina originale

MWC 2018: Huawei svela il primo dispositivo 5G CPE

Al Mobile World Congress 2018, Huawei ha presentato il suo primo dispositivo 5G customer-premises equipment in grado di supportare lo standard 3GPP.

,

Al Mobile World Congress 2018 di Barcellona, Huawei non si è limitata ad annunciare i nuovi Huawei MateBook X Pro e Huawei MediaPad M5 in quanto ha portato anche il rivoluzionario Huawei 5G customer-premises equipment (CPE), il primo dispositivo in assoluto a livello mondiale a supportare lo standard di telecomunicazione 3GPP riconosciuto per il 5G. I CPE, si evidenzia, sono dispositivi elettronici utilizzati come terminali lato utente per connettersi direttamente alla rete di trasmissione. Trattasi di un prodotto molto importante per la società cinese in quanto rappresenta una base per il futuro dei nuovi dispositivi wireless.

All’interno di questi prodotti batte Balong 5G01, il primo chipset al mondo, sviluppato direttamente dalla società, a supportare lo standard 3GPP per 5G, con una velocità in downlink fino a ben 2,3 Gbps. Il chipset realizzato da Huawei è davvero un prodotto molto interessante in quanto è capace di supportare tutte le bande di frequenza, comprese quelle sub-6GHz e millimetro wave (mmWave) del nuovo standard 5G. Il nuovo CPE Huawei 5G che l’azienda cinese ha portato alla fiera spagnola si declina in due varianti: una a bassa frequenza (sub6GHz) e una seconda ad alta frequenza (mmWave).

MWC 2018: Huawei svela il primo dispositivo 5G CPE

MWC 2018: Huawei svela il primo dispositivo 5G CPE

La tecnologia 5G rappresenta il prossimo salto in avanti per un mondo basato sempre più sull’intelligenza artificiale, in cui persone, veicoli, case e dispositivi saranno completamente connessi, offrendo nuove esperienze, conoscenze e possibilità. Dal 2009, Huawei ha investito 600 milioni di dollari in attività di ricerca e di sviluppo di tecnologie 5G. Siamo stati i primi ad aprire la strada a nuove architetture di rete, all’utilizzo dello spettro radio, alla verifica sul campo e ad altro ancora. Dai veicoli connessi, alle case intelligenti, ai video AR / VR e agli ologrammi, ci impegniamo a sviluppare un ecosistema 5G maturo in modo che i consumatori possano beneficiare di un mondo realmente connesso che trasformi il modo in cui comunichiamo e condividiamo.

In particolare, il primo modello è più piccolo ed è compatibile anche con le frequenze 4G e può raggiungere velocità sino a 2Gbps in downlink. Velocità che permette di godere di filmati in alta definizione, video VR e tanto altro senza alcun problema. Il secondo modello, invece, è disponibile sia per ambienti indoor che ambienti outdoor.

Le reti 5G permetteranno di raggiungere velocità molto superiori alle attuali reti 4G con latenze molto più ridotte. Il 5G permetterà, quindi, di abilitare svariati servizi di valore aggiunto in tantissimi settori oltre a consentire di collegare a banda larga praticamente qualsiasi cosa.