QR code per la pagina originale

Windows 10 April 2018 Update, ancora problemi

Microsoft ha bloccato il rilascio di Windows 10 April 2018 Update a tutti coloro che dispongono di computer con specifici SSD di Toshiba.

,

Windows 10 April 2018 Update sembra manifestare a circa due settimane dal suo lancio ufficiale ancora qualche problema di troppo. Dopo alcune problematiche lievi riguardanti l’utilizzo di Chrome sono emersi problemi gravi di incompatibilità con alcuni driver che hanno costretto Microsoft ha bloccare il rilascio dell’aggiornamento per alcuni PC che dispongono di precise componenti tecniche. Dopo aver bloccato il rollout per alcuni PC della serie Alienware e per una serie di macchine che utilizzano SSD di Intel, il gigante del software ha fatto sapere di aver interrotto il rilascio dell’update anche per i computer che dispongono di specifici SSD di Toshiba.

Nello specifico, gli SSD interessati dai problemi di incompatibilità sarebbero i modelli della serie Toshiba XG4, Toshiba XG5 e Toshiba BG3. Microsoft sta collaborando attivamente con Toshiba per identificare il problema e implementare una soluzione adeguata. Nello specifico, il gigante del software ha fatto sapere che i PC dotati di questi SSD potrebbero manifestare un alto consumo della batteria ed altre problematiche varie. Microsoft non è a conoscenza di problemi su altri SSD di Toshiba, quindi lo stesso problema potrebbe non interessare gli altri modelli dell’azienda.

Microsoft non ha pubblicato soluzioni alternative momentanee per gestire i problemi relativi alla batteria e alle prestazioni per i possessori di PC con questi SSD. Il gigante del software potrebbe impiegare anche alcune settimane per risolvere queste problematiche e quindi per il momento l’unico correttivo applicabile è quello di tornare alla precedente versione di Windows 10 qualora si dovessero ravvisare problemi di funzionamento.

Quello che emerge, comunque, è che Windows 10 April 2018 Update sta causando qualche problema di troppo ma fortunatamente Microsoft ha già riconosciuto i problemi ed ha già iniziato a lavorare per porvi un rimedio. Probabilmente una prima serie di correttivi potrebbero arrivare con il Patch Tuesday di giugno.

Fonte: MSPOWERUSER • Immagine: Nor Gal via Shutterstock