QR code per la pagina originale

Snap raccoglie 1 miliardo per progetti AR

Snap non si ferma e racimola 1 miliardo di dollari per portare avanti nuovi progetti in ambito AR e contenuti digitali via social.

,

Snap ha confermato l’intenzione di raccogliere fondi per 1 miliardo di dollari da investire in vari progetti societari. Tra questi, la creazione di innovativi contenuti multimediali, così come funzionalità di realtà aumentata, possibili anche attraverso l’acquisizione di altre società.

La società madre della famosa app di messaggistica Snapchat ha rilanciato la crescita utenti e l’aumento di prezzo delle azioni dopo un 2018 per nulla entusiasmante. Snap ha rilasciato un videogame mobile, su Snapchat, sviluppando già degli strumenti nuovi di AR, ad esempio gli soggetti che si sovrappongono alle immagini in tempo reale di un utente, ma la concorrenza è molto forte, tra cui quella di giganti come Facebook e campioni sui social media, tipo TikTok.

In pratica, Snap offrirà 1 miliardo di dollari in titoli convertibili, che matureranno nel 2026, a quel punto sceglierà se pagare gli investitori in contanti, azioni o una combinazione di entrambi. Il sito tedesco Spiegel ha affermato che l’attuale valore a basso tasso di interesse offre a Snap una buona opportunità di completare l’operazione, osservando come la domanda degli investitori per le obbligazioni convertibili sia in salute e aggiungendo che la società prevede che la raccolta fondi si chiuderà alla fine di questa settimana. Nonostante ciò, le azioni di Snap sono scese di meno l’1%, a 16,36 dollari, nella negoziazione mattutina.

A fine luglio, le azioni di Snap sono aumentate grazie all’aspettativa circa la bontà di una società che pare stia finalmente rinvigorendo il suo giro d’affari. La conferma di queste previsioni è stata data direttamente dal gruppo a margine della pubblicazione della trimestrale, dove i ricavi hanno raggiunto i 390 milioni di dollari (+36%), battendo i pronostici e le entrate di 262 milioni, registrate un anno fa. Altra buona notizia è che il numero di utenti attivi al giorno si è mantenuto stabile negli ultimi tre mesi, attestandosi sui 186 milioni, gli stessi della rilevazione precedente.