QR code per la pagina originale

Google, “+1” per tutti

A partire da oggi ogni utente può ospitare il pulsante "+1" sul proprio sito Web, favorendone così la condivisione tra i visitatori.

,

Google ha annunciato la libera disponibilità per tutti, come previsto ormai da alcune ore, del pulsante “+1. Ogni utente avente la gestione di un sito Web ha ora la possibilità di adottare il nuovo bottone sulle proprie pagine, offrendo così agli utenti la possibilità di condividere il sito visitato offrendo a quest’ultimo anche una valutazione che Google potrebbe in seguito utilizzare nella composizione delle SERP del motore di ricerca.

Chi intende sfruttare il “plus one” non deve far altro che adottare un apposito codice sulla pagina nel punto esatto in cui lo si intende proporre. Il codice di embed può essere composto manualmente seguendo l’apposita guida Google, oppure può essere composto in automatico sfruttando l’apposito pannello messo a disposizione dell’utenza meno esigente. Tra le opzioni disponibili vi sono la forma del pulsante, la lingua utilizzata, la dimensione e pochi parametri ulteriori.

Interfaccia per la composizione del codice del pulsante +1

Interfaccia per la composizione del codice del pulsante +1

Il risultato di tali impostazioni è il pulsante seguente (mutuabile nella forma e nelle dimensioni):

Google ha creato il pulsante in chiara opposizione al “mi piace” che Facebook ha disseminato nel frattempo sul Web. Il nuovo “+1” dovrà però dimostrare di essere apprezzato al pari dell’omologo pulsante della controparte, il quale ha maggior valore “social” ed è ad oggi molto più conosciuto. Per Google è questa una sfida fondamentale: se il “+1” saprà sfondare il motore otterrà molte più informazioni sia circa i siti indicizzati, sia circa le scelte ed i favori dell’utenza.

Il passo odierno è la svolta definitiva per mettere il pulsante alla prova degli utenti, i quali se lo troveranno d’ora in poi sotto gli occhi con sempre maggior assiduità, partendo dalle pagine di Google fino ad arrivare sui primi a sposarne l’adozione (Mashable, TechCrunch, Reuters, Bloomberg, Huffington Post ed altri ancora). Perché adottare il pulsante? La risposta è tra le FAQ di Google, il quale spiega così i possibili vantaggi per i webmaster pronti ad aderire al nuovo progetto del team di Mountain View:

I contenuti consigliati da amici e conoscenti sono spesso più pertinenti dei contenuti di sconosciuti. Ad esempio, la recensione di un film scritta da un esperto è utile, ma la recensione di un amico con i tuoi stessi gusti potrebbe essere migliore. Per questo motivo, gli elementi per cui amici e contatti hanno fatto clic su +1 possono essere utili a Google per stabilire la pertinenza della tua pagina alla query di un utente. Questo è soltanto uno dei tanti segnali che Google potrebbe utilizzare per stabilire la pertinenza e il posizionamento di una pagina, e ci adoperiamo costantemente per regolare e perfezionare il nostro algoritmo al fine migliorare la qualità generale della ricerca. Per gli elementi per cui viene fatto clic su +1, come per qualsiasi nuovo segnale di posizionamento, inizieremo con attenzione e capiremo in che modo tali segnali incidono sulla qualità della ricerca.

Fonte: Google • Notizie su: