QR code per la pagina originale

Samsung Galaxy S9 a gennaio con Android 8.0 Oreo?

In base alle ultime indiscrezioni, Samsung annuncerà i nuovi Galaxy S9/S9+ nel mese di gennaio, quindi non ci sarà tempo per modificare Android 8.1 Oreo.

,

In base alle indiscrezioni di inizio mese, Samsung avvierà la produzione di massa a dicembre, quindi l’annuncio dei Galaxy S9/S9+ potrebbe essere anticipato rispetto alla tradizionale scadenza (marzo). Secondo le informazioni provenienti dalla Corea, i due smartphone verranno presentati a gennaio, dopo una breve apparizione al CES 2018 di Las Vegas. Ecco perché il sistema operativo sarà Android 8.0 Oreo.

Il motivo per cui Samsung potrebbe annunciare i Galaxy S9/S9+ due mesi prima del previsto è sempre lo stesso, ovvero rubare quote di mercato ad Apple che ha finora ottenuto una grande successo con il suo iPhone X. Una simile strategia, rivelatasi fallimentare, era stata adottata con il lancio del Galaxy Note 7, ma in questo caso non ci sarà nessun inconveniente tecnico, dato che i nuovi smartphone sono quasi identici ai Galaxy S8/S8+. Le uniche differenze dovrebbero essere lo spessore della cornice inferiore (quasi assente) e la doppia fotocamera posteriore per il Galaxy S9+, sotto la quale verrà posizionato il lettore di impronte digitali.

Nessuna novità è prevista per lo schermo, rispettivamente 5,8 e 6,2 pollici con risoluzione Quad HD+ (2960×1440 pixel), mentre i processori Snapdragon 835 e Exynos 8895 verranno sostituiti dai nuovi Snapdragon 845 e Exynos 9810. Il Galaxy S8 dovrebbe integrare 4 GB di RAM e 64 GB di storage, mentre per il modello Plus si ipotizzano 6 GB di RAM. Non mancheranno il jack audio da 3,5 millimetri, la porta USB Type-C e sensori vari, tra cui quello per il riconoscimento facciale.

La presentazione anticipata giustificherebbe l’installazione di Android 8.0 Oreo, invece della più recente versione 8.1. Samsung apporta profonde modifiche all’interfaccia stock, sostituita dalla sua Experience. La personalizzazione richiede diversi mesi di sviluppo e test approfonditi.

Fonte: SamMobile • Via: Phone Arena