QR code per la pagina originale

Tim Cook spinge sulla realtà aumentata

In occasione del suo tour europeo, Tim Cook ha ribadito l'importanza della realtà aumentata, sottolineando come possa essere uno strumento umano.

,

Tim Cook torna a parlare di realtà aumentata, un tema a cui il CEO di Cupertino ha dedicato parecchio spazio negli ultimi mesi. L’occasione è un incontro presso Ustwo Games, la società inglese produttrice di giochi quali Monument Valley, avvenuto in questi giorni durante il tour europeo del leader di Apple. Cook ha parlato dell’importanza del software nella creazione di un device di successo, ma anche del suo interesse per la realtà aumentata, un’idea che trova geniale tanto quanto l’apparizione dei primi smartphone sul mercato.

Così come già accennato, Tim Cook ha parlato innanzitutto dell’importanza del software: per creare un dispositivo di successo, affinché sia immediatamente accolto dagli utenti, non è sufficiente concentrarsi sulle sue risorse hardware, ma il software deve esserne perfettamente integrato, per garantire il massimo della performance. Per questo motivo, Apple continua a investire su questo fronte, sia con Swift che con altre tecnologie:

Cerchiamo continuamente di motivarci per fare di più, non solo sul versante software ma anche in termini di strumenti per gli sviluppatori, affinché possano approfittare dell’hardware nel modo migliore possibile. Questo è il cuore del software di sviluppo Swift. Abbiamo creato un linguaggio nella speranza che possa portare sempre più persone alla programmazione, affinché possano approfittare dell’hardware più aggiornato.

Sul fronte della realtà aumenta, un tema su cui Cook è spesso intervenuto negli scorsi mesi, Tim Cook ha ribadito il proprio entusiasmo per una tecnologia che potrebbe “migliorare ciò che accade nel presente”. Tuttavia, il CEO ha spiegato come vi siano dei fattori da indagare a fondo, prima che la tecnologia stessa possa svelare tutto il suo potenziale.

Credo sia una grande idea, come gli smartphone. Gli smartphone sono per tutti, non dobbiamo pensare a iPhone come un dispositivo per un certo settore demografico, una nazione o un mercato verticale: è per tutti. E credo che la realtà aumentata sia altrettanto, è enorme. Sono entusiasmato dalle cose che potrebbe fare per migliorare le nostre vite. Vedo la realtà aumentata come i circuiti qui nel mio iPhone: non è un prodotto a sé stante, è una tecnologia centrale. Ma vi sono altre cose da scoprire prima che la tecnologia possa essere sufficientemente buona per diventare mainstream. Credo che vi sono molti ambiti in cui potrebbe aiutare le persone nella vita reale, è per quello che mi entusiasma così tanto.

Commenta e partecipa alle discussioni