QR code per la pagina originale

LibraryThing: il social network per chi ama leggere (prima parte)

,

Una delle tendenze più innovative del Web è quella di favorire l’incontro virtuale e le relazioni fra persone che sono accomunate dalle stesse passioni. L’interesse per i libri e la lettura, in una società dominata dalla preminenza dell’immagine e dalla fruizione veloce dei contenuti, spesso non riceve il giusto peso.

La rete mette a disposizione i suoi mezzi per favorire l’accostamento alla lettura. Fra i servizi Web più ricchi di funzioni che riuniscono gli appassionati di libri ricordiamo LibraryThing. Il portale presenta anche una versione italiana e presenta innumerevoli possibilità. Innanzi tutto sono presenti delle pagine personali a disposizione degli utenti e degli autori.

Ci sono poi molti cataloghi dai quali trarre le informazioni bibliografiche che occorrono per realizzare una biblioteca personale. Fra gli obiettivi principali di LibraryThing c’è quello di ricostruire un luogo virtuale in cui i lettori possono scambiarsi opinioni e idee, uno spazio della rete in cui coltivare una passione condivisa.

È anche una dimensione dove gli utenti possono attuare il loro desiderio di socializzare, sentendosi parte di un gruppo formato da individui che, animati dagli stessi interessi, trovano nel Web anche un modo semplice e utile per scambiarsi informazioni sui loro argomenti preferiti. Nella seconda parte dell’articolo vedremo attraverso quali elementi gli internauti si relazionano su LibraryThing intorno al mondo dei libri.