QR code per la pagina originale

Nuovi MacBook Pro Retina: più potenza e RAM

Apple aggiorna i MacBook Pro con display Retina: piccoli miglioramenti di velocità per i 13 pollici, RAM standard da 16 GB per le versioni da 15.

,

Le indiscrezioni emerse nella giornata di ieri si sono rivelate veritiere: Apple ha rinnovato oggi la linea dei MacBook Pro con display Retina, con delle interessanti novità sia per i modelli da 13 pollici che per quelli da 15. Tra le nuove introduzioni, migliori processori e RAM fino a 16 GB, il tutto agli stessi prezzi della generazione precedente.

Nemmeno 24 ore fa la stampa specializzata discuteva del possibile arrivo di nuovi MacBook Pro Retina da 15 pollici, equipaggiati con 16 GB di RAM. Il tutto è nato da un leak proveniente da un’Apple Store cinese, la scherma di un iPad disponibile in negozio. Ora non solo la conferma dell’esistenza di questi modelli, ma anche dei piccoli aggiornamenti per le versioni da 13 pollici.

Partendo proprio dai 13 pollici, fatta eccezione per la versione a risoluzione standard rimasta invariata rispetto al passato, Apple ha introdotto dei processori lievemente più performanti, sempre della famiglia degli Intel Haswell. La linea prevede tre varianti, così composte:

  • MacBook Pro 13″ Retina 128: processore dual-core Intel Core i5 con Turbo Boost fino a 3,1 GHz, 8 GB di memoria RAM, storace SSD su PCIe da 128 GB, grafica Intel Iris e batteria con 9 ore di autonomia. Prezzo finale: 1.329 euro;
  • MacBook Pro 13″ Retina 256: specifiche identiche al predecessore, fatta eccezione per una scheda storage SSD su PCIe da 256 GB. Prezzo finale: 1.529 euro;
  • MacBook Pro 13″ Retina 512: processore dual-core Intel Core i5 da 2,5 GHz con Turbo Boost fino a 3,3 GHz, 8 GB di RAM, storage SSD su PCIe da 512 GB, grafica Intel Iris e autonomia da 9 ore. Prezzo finale: 1.829 euro.

L’aggiornamento più consistente, tuttavia, è per i modelli più costosi di laptop targati mela morsicata: i MacBook Pro da 15 pollici con display Retina. I computer vedono ora in dotazione una memoria RAM di base da 16 GB e, almeno negli Stati Uniti, subiscono una blanda riduzione di prezzo. Più contenuta la variazione in Italia, data IVA al 22% e nuovi oneri di legge, recentemente al centro di fitte polemiche. Così si compone la linea:

  • MacBook Pro 15″ Retina 2,2 GHz: processore quad-core Intel Core i7 con Turbo Boost fino a 3,4 GHz, 16 GB di RAM, storage SSD da 256 GB in PCIe, grafica Intel Iris Pro e autonomia da 8 ore. Prezzo finale: 2.029 euro;
  • MacBook Pro 15″ Retina 2,5 GHz: processore quad-core Intel Core i7 con Turbo Boost fino a 3,7 GHz, 16 GB di RAM, storage SSD PCIe da 512 GB, grafica Iris Pro abbinata a NVIDIA GT 750M, con 2 GB di RAM GDDR5 dedicata. Prezzo finale: 2.529 euro.

Non vi sono, invece, modifiche di design per tutti i modelli presentati rispetto alle generazioni precedenti. Il listino oggi composto dovrebbe rimanere tale fino alla disponibilità dei nuovi processori Broadwell di Intel, quando si attende una rivoluzione anche estetica dei MacBook Pro. Una rivoluzione che potrebbe essere inaugurata a ottobre da MacBook Air, forse nel nuovo standard a 12 pollici, con una scocca completamente ridisegnata e l’assenza di ventole.