SDXC da 64 GB in vendita dal 2010

Lo scorso mese di gennaio, la SD Association ha presentato il nuovo standard SDXC (Secure Digital eXtended Capacity) che permetterà di raggiungere i 2 TB di capacità.All’inizio del prossimo anno verranno introdotte le prime SDXC card da 64 GB, già anticipate dai modelli da 32 GB proposti da Pretec.Considerato il probabile prezzo iniziale di questi

Lo scorso mese di gennaio, la SD Association ha presentato il nuovo standard SDXC (Secure Digital eXtended Capacity) che permetterà di raggiungere i 2 TB di capacità.

All’inizio del prossimo anno verranno introdotte le prime SDXC card da 64 GB, già anticipate dai modelli da 32 GB proposti da Pretec.

Considerato il probabile prezzo iniziale di questi prodotti, il target saranno i fotografi professionisti che necessitano di grande capacità abbinata ad elevata velocità di scrittura.

Lo standard SDXC garantisce un transfer rate teorico di 50 MB/sec, che in un secondo tempo verrà aumentato a 104 MB/sec, per arrivare infine al massimo consentito, ovvero 300 MB/sec, valore addirittura superiore a quello degli attuali drive a stato solido.

Se tali prestazioni saranno confermate sul campo, anche le major cinematografiche potrebbero usare le SDXC come mezzo per distribuire i propri film in alta risoluzione, con buona pace per il Blu-Ray. Purtroppo occorreranno nuove periferiche per supportare il nuovo standard, in quanto il file system utilizzato (extFAT) non è compatibile con l’attuale FAT32 delle SDHC.

Ti potrebbe interessare
Gli SMS non ci piacciono più, meglio Facebook e Twitter
Web e Social

Gli SMS non ci piacciono più, meglio Facebook e Twitter

Può sembrare decisamente strano, dato che di solito è soprattutto durante le festività natalizie che si inviano e si ricevono più SMS per lo scambio degli auguri di fine anno, eppure pare proprio che in vari paesi del mondo i messaggini di testo da telefono cellulare siano in declino. La motivazione appare più che chiara:

LG mostra il primo display da 11,5 pollici flessibile
Imaging

LG mostra il primo display da 11,5 pollici flessibile

Al SID 2009, negli Stati Uniti, LG ha presentato il primo display da 11,5 pollici flessibile, con la funzione touchscreen che si è dimostrata davvero molto reattiva, che sarà utilizzato per gli e-book di prossima generazione.Il display è basato sulla tecnologia OLED ideale per la visualizzazione 3D e di video.Lo schermo in mostra è ancora

GOVNET non è la soluzione
Business

GOVNET non è la soluzione

Il governo statunitense si affida agli esperti di informatica perché realizzino GOVNET, un network governativo sicuro perché separato da Internet. Ma gli esperti dubitano che questa possa essere una soluzione valida ed avanzano nuove proposte.