Asus ZenBook UX31 provato in anteprima

Provato in anteprima il primo esemplare della serie di UltraBook di Asus.

In un recente evento milanese, Asus ha alzato il sipario sulla nuova famiglia di ultraportatili ZenBook, pensata con un obiettivo particolarmente ambizioso: fondere in un singolo prodotto ricerca estetica, eccellenti prestazioni, grande autonomia e un’esperienza multimediale di qualità.

Due sono i cosiddetti ultrabook che andranno a comporre, inizialmente, la famiglia ZenBook, identificata dalla sigla UX nella gamma Asus: un modello da 11,6″UX21 – affiancato da quello da 13,3″UX31 – oggetto della nostra prova in anteprima. Il lancio è avvenuto con la compartecipazione di Intel, partner fondamentale che fornisce il cuore di ogni ultrabook, la seconda generazione di processori Sandy Bridge in grado di integrare potenza elevata e consumi ridotti.

Il lavoro svolto su Asus ZenBoox UX31 è encomiabile, soprattutto per quanto riguarda il design e l’audio di qualità. Il nuovo ultraportatile è realizzato in una pressofusione unica in lega leggera, con un profilo a cuneo straordinariamente sottile ed elegante: si parte dai 2,8 mm della parte frontale, per arrivare a circa 17 mm di quella posteriore, a notebook chiuso (la base ha uno spessore massimo di 9 mm), mentre il peso non supera gli 1,3 chilogrammi.

Lo ZenBook UX31 è bello da vedere e da toccare, le linee sono estremamente pulite, con angoli smussati, una colorazione argento con finitura spazzolata. Inoltre sono stati ridotti al minimo indispensabile fessure, spigoli e cerniere, con le porte d’espansione collocate lateralmente nel punto di massimo spessore della base.

Anche la tastiera a isola ha un profilo minimale, con l’ampio touchpad caratterizzato dai due tasti separati che, sfortunatamente, contribuiscono a rompere l’incantesimo di un’estetica all’insegna di un’eleganza raffinata. Nel dettaglio, la tastiera è molto comoda e precisa, ma purtroppo priva di retroilluminazione. Altro aspetto che ci ha fatto storcere il naso su un prodotto di questa classe è la cerniera tra base e schermo, poco solida (lo schermo si muove troppo facilmente anche in presenza di piccoli movimenti).

Nonostante le dimensioni ridotte, Asus ZenBoox UX31 ospita al suo interno una dotazione hardware all’avanguardia, all’insegna della potenza senza compromessi dal punto di vista dell’autonomia. La configurazione del modello provato comprendeva un processore Intel Core i7-2677M da 1,8 GHz supportato da 4 GB di memoria DDR3 e un’unità SSD S-ATA3 da 256 gigabyte.

Ottima l’espandibilità: troviamo due porte USB di cui una 3.0, un’uscita mini-VGA – provvista di adattatore per il collegamento a eventuali display esterni -, una micro-HDMI, un connettore per auricolari stereo e un card reader multiformato. Non mancano connessioni wireless Bluetooth v4 e Wi-Fi.

Menzione d’onore per la sezione audio dell’Asus ZenBoox UX31, firmata Bang&Olufsen ICE Power, che assicura una qualità di alto livello, confermando la storica collaborazione anche sulla nuova linea di ultrabook.

Concludendo con la dotazione hardware, lo schermo da 13,3″, retroilluminato a LED e con risoluzione di 1.600×900 pixel, visualizza colori brillanti e immagini nitide.

Abbiamo detto che gli ultrabook di nuova generazione puntano alle massime prestazioni senza compromessi per l’autonomia. Asus ZenBook UX31 promette risultati sorprendenti grazie anche a una serie di tecnologie proprietarie, già implementate su precedenti generazioni di notebook. Ci si avvicina a una riserva di carica che possa realmente soddisfare le esigenze dei professionisti in movimento, con una promessa di sette ore di utilizzo continuativo.

Asus introduce anche la tecnologia Super HybridEngine di seconda generazione, che permette allo ZenBook UX31 di stare in stand-by fino a 15 giorni, mantenendo lo stato del sistema nella memoria RAM, e non come in precedenza trasferendolo da questa all’hard disk dopo circa 48 ore. Così il ripristino dallo stand-by è realmente immediato, con circa due secondi necessari dalla riapertura del display, grazie al lavoro congiunto con la tecnologia Asus InstantOn.

Gli Asus ZenBook saranno venduti dalla metà di novembre: il prezzo del modello UX31 con schermo da 13,3″ è stimato in 1.299 euro, comprensivo di un’elegante custodia per il trasporto.

Ti potrebbe interessare
Quanto è importante una bella pagina su Wikipedia?
Web e Social

Quanto è importante una bella pagina su Wikipedia?

Lundquist, società di consulenza sulla comunicazione che ha come motto “Measure, Manage, Change”, ha presentato l’esito di una ricerca che è stata ripresa a inizio giugno dall’inserto settimanale de Il Sole 24 Ore, “nòva”. In sostanza, l’indagine riguarda il modo in cui grandi aziende italiane (quotate alla Borsa di Milano e comprese nell’indice Ftse Mib)

Kodak EasyShare M1063, una compatta ad alta definizione
fotocamere kodak

Kodak EasyShare M1063, una compatta ad alta definizione

Particolarmente in vista in questo periodo è la Kodak EasyShare M1063, una compatta economica in grado di scattare foto HD in formato 16:9. Dotata di sensore di 10,3 Megapixel effettivi, la M1063 presenta un obiettivo con zoom ottico 3X (equivalente a 35 mm: 35-105 mm) e zoom digitale 5X. Possiede display LCD da 2,7 pollici,

Nokia: il futuro è Circular Entertainment
Google

Nokia: il futuro è Circular Entertainment

È un po’ quello che è successo e in parte accade ancora in Internet. Parliamo delle conclusioni dello studio condotto da The Future Laboratory, per conto di Nokia, sul futuro dell’intrattenimento mobile a livello mondiale. Questo studio mette in evidenza che entro cinque anni circa, un quarto dei contenuti di intrattenimento non sarà scaricato dai